Broker's battle: La guida definitiva per scegliere il broker
menù

Unilever: Analisi di mercato

14 Marzo 2020

Unilever è una multinazionale olandese-britannica titolare di 400 marchi tra i più diffusi nel campo dell’alimentazione, bevande, prodotti per l’igiene e per la casa con sede a Rotterdam.

Nata nel 1930, ad oggi l’azienda è stata protagonista di un’ascesa e un’espansione che l’hanno resa una tra le multinazionali più potenti sul mercato.

Oggi Unilever è presente in 90 paesi con 200 filiali e si presenta come il gruppo più importante nel settore dei beni di largo consumo.

Unilever è inoltre il leader mondiale per quote di mercato nel settore dei gelati il cui logo è a forma di cuore adoperato a partire dal 1998 come riconoscimento per i suoi vari brand nel settore in tutto il mondo.

Tra i migliori datori di lavoro in USA

Da una classifica di Forbes del 2015 è stato chiesto a oltre 20.000 lavoratori in grandi aziende statunitensi con quale probabilità avrebbero raccomandato il loro datore di lavoro a qualcun altro su una scala da 0 a 10.

La  multinazionale britannico-olandese Unilever si è classificata al terzo posto con un punteggio di  8,56 dopo Altria e Kraft Foods.

miglior datore in usa

Il no a Warren Buffett 

Il 17 febbraio 2017 è stato riferito che la società Unilever, con sede nel Regno Unito, ha respinto un’offerta di acquisizione da 143 miliardi di dollari da parte di Kraft Heinz, affermando che “non ha avuto alcun merito, finanziario o strategico” nell’unire le forze con il colosso alimentare statunitense di Warren Buffett

Lo stesso Buffett  ha però dichiarato di non vedere l’ora di “lavorare per raggiungere un accordo sui termini di una transazione”.

L’infografica che segue mostra come le due società si confrontano in termini di profitto, dimensioni e valore del marchio.

profitti unilever

Con 8.700 milioni di Euro di ricavi annui, il mercato Americano è la seconda entrata principale di Unilever.

Grazie proprio a questi numeri,  generati con le sue sole forze che l’azienda Europea (forse) ha detto no alla partnership con Buffett.

revenue

I ricavi Unilever divisi per settore

Questa statistica illustra i ricavi del Gruppo Unilever in tutto il mondo dal 2005 al 2019, per segmento di prodotto.

Il più grande segmento di prodotti del Gruppo Unilever è il loro segmento di cura personale, che ha generato quasi 22 miliardi di Euro.

Unilever ha una pletora di marchi che vanno dal cibo e bevande a casa e cura della persona; diciassette di questi marchi generano vendite annuali di almeno un miliardo di euro.

Il più grande marchio di prodotti per ricavi è Clinique.

global revenue

Analisi di bilancio

A livello di vendite troviamo Unilever in costante calo dal 2016.

L’ultima trimestrale ha evidenziato un calo del -0,51%.

pubblicazioni annuali

Anche le entrate nette hanno subito un arresto così come gli Utili per azione, calati rispettivamente dell’ -8,4% l’una e del -3,8% gli altri.

Il Roe è molto positivo e maggiore di 4 volte il settore di riferimento.

roe

Inoltre l’azienda ha una stabilità di pagamento dei dividendi che la rendono agli occhi degli investitori solida e allettante.

stabilità del titolo

 

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo: il gruppo di trading e investimenti più grande d’Italia con 7 analisti e trader pronti ad aiutarti.

Analisi tecnica di Unilever

A livello tecnico il titolo non brilla ma non è nemmeno pessimo.

Ad eccezione dell’ultimo mese dove gli indici stanno crollando ed il titolo si sta comportando meglio dello STOXX600, l’ultimo semestre ha visto una tendenza inversa dove Unilever perdeva forza e sottoperformava l’indice.

forza relativa unilever

Volendo escludere come sempre l’ultimo periodo di crollo mondiale che andrebbe a falsare le analisi, il trend di breve è stato incagliato in una fase completamente piatta tra area 49€ ed area 55€.

candeline unilever

Sul lungo periodo i recenti fatti hanno interrotto il trend rialzista a 2 anni che aveva permesso al titolo di guadagnare il 31%.

lungo periodo del titolo

Visto  l’ottima capillarizzazione dell’azienda a livello mondiale e, la grossa fetta di mercato che essa ricopre, pensi sia intelligente investire su questo titolo?

E se si, meglio comprare adesso a prezzi interessanti o aspettare la fine di questa bufera?

Fammi sapere cosa ne pensi motivandolo nei commenti.

Scopri il video corso Stop and Go per individuare in modo automatico e preciso, quelle azioni che sono nelle loro fase di equilibrio (stop), pronte per prendere una direzione(go)

Davide Cassaghi

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento