Numero Verde 800 14 04 04 Lun-Ven 9-19

Earnings call: le trimestrali dei BIG del Tech

Home»Articoli»Earnings call: le trimestrali dei BIG del Tech
trimestrali tech

Settimana ricca di trimestrali questa per il mercato americano, ma come sono andate le trimestrali per i Big del Tech?

Confermano o no la loro resistenza al coronavirus o anche loro hanno perso?

I big del tech: chi sono e le loro trimestrali

Il settore tecnlogico è quello che, ad oggi, è stato il meno colpito dal coronavirus.

Se tutti andavano a meno, quali sono i nomi che hanno visto un bel più?

Gli operatori del tech sono veramente molti, ma solo 5 sono le più importanti.

Tra le più importanti sicuramente quelle dei BIG della tecnologia, le cosiddette GAFAM ( Google, Apple, Facebook, Amazon e Microsoft).

Andiamole a vedere una per una ed esaminiamo se la forte recessione di questo periodo ha impattato su di loro, oppure non più di tanto.

GOOGLE

L’azienda con sede a Mountain View delude le aspettative sotto il lato EPS, 9,87$ per azione contro i 10,17$ previsti, ed in forte calo rispetto al trimestre precedente.

I Ricavi invece sorprendono gli analisti con 41,16 miliardi di dollari contro i 41 attesi, ma anch’essi sono inferiori al precedente trimestre di 5 miliardi.

Il mercato non la prende bene inizialmente con una seduta decisamente negativa, superata però dal giorno seguente con un’apertura in gap up del + 8,65%.

Accedi ora al gruppo Facebook. Impara ad investire nel mercato azionario anche se parti da zero.

APPLE

Chi non delude invece è la mela morsicata che incassa consensi su consensi da oltre un anno: 2,55$ gli EPS contro un’attesa di 2,31$ e 58 miliardi di ricavi contro 55 attesi.

Ovviamente il calo rispetto al trimestre scorso è avvenuto anche qui, ma nella situazione in cui ci troviamo coi consumi fortemente ridotti e la produzione ferma, un brusco rallentamento è del tutto pronosticabile, rallentamento che sembra non aver colpito più così tanto la creatura di Steve Jobs.

Il mercato ha difatti apprezzato le notizie, ed il titolo ha fatto un bel balzo del +2%.

 

FACEBOOK

Anche Zuckerberg non delude le aspettative, gli EPS sono praticamente in linea con gli analisti che aspettavano 1,75$ per azione e, i ricavi sono stati di 17,74 miliardi contro i 17,42 attesi.

Il mercato sull’onda dell’entusiasmo ha addirittura lanciato il titolo a +6% durante il pre-market.

La seduta ha un po’ sgonfiato i toni successivamente, ma in chiusura FB è stato comunque positivo con un incremento del +5,42%.

Impara ad investire in azioni ad alto potenziale anche se parti da zero.

AMAZON

I ricavi di Amazon sono balzati del 26% a 75,4 miliardi di dollari nel primo trimestre, quando la gente e’ rimasta chiusa in casa per il coronavirus.

Il boom di vendite ha fatto diventare il patron del colosso dell’ecommerce, Jeff Bezos, ancora più ricco di 13 miliardi nell’ultimo mese, con una fortuna salita a 145 miliardi di dollari grazie al rialzo delle azioni della società.

Il mercato ha ovviamente apprezzato, nonostante gli EPS in calo, e ha chiuso la seduta a +4,27%.

MICROSOFT

L’unico gigante tecnologico ad non aver visto l’annullamento della sua iscrizione al club da trilioni di dollari.

La società ha persino beneficiato in qualche modo dell’attuale crisi, poiché centinaia di milioni di persone in tutto il mondo sono attualmente costrette a lavorare da casa, gli strumenti basati su cloud dell’azienda inclusi in Office 365 stanno registrando un aumento dell’utilizzo. 

EPS a 1,40$ per azione contro l’1,29$ previsti e ricavi superiori ad un milione rispetto alle previsioni.

Ovviamente gli investitori apprezzano e mettono in portafoglio altre azioni portando il titolo a +2,5%.

Le trimestrali del tech: il modo per investire anche in crisi

Dunque non è impossibile come abbiamo già visto negli articoli precedenti investire bene anche in momenti di instabilità.

Perché, se è vero che da un lato avremo diverse aziende in difficoltà e il nostro modo di vivere potrebbe cambiare, dall’altra parte ci sarà chi è pronto ad accogliere questo cambiamento.

Secondo voi chi lo coglierà come un’opportunità ed adatterà il suo modello di business alla situazione attuale, un po come tutti noi dovremmo fare?

Davide Cassaghi

Video pillole antecnica

Video pillole Analisi Tecnica

Impara subito l’analisi tecnica senza sforzo. Scarica gratis le 22 video pillole di analisi tecnica

Scarica gratis