Vuoi imparare l'analisi tecnica senza sforzo? Scarica gratis le 22 video pillole di analisi tecnica
menù

Tassi d’interesse, cosa sono? e che effetti hanno?

9 Giugno 2020

I tassi d’interesse sono sulla bocca di tutti.

Dai prestiti alle decisioni delle banche centrali, essi hanno un ruolo importante nella nostra economia, sia globale che personale.

Andiamo allora a vedere cosa sono e che effetti hanno sulle nostre vite.

Per tasso d’interesse si intende la remunerazione che un prestatore percepisce e il costo che un debitore sostiene.

Un concetto semplice, che però spesso sfugge inseguendo gli acronimi e i tecnicismi degli indici.

Ecco quelli più importanti, per orientarsi meglio tra mutui e politica economica.

Il tasso d’interesse della Banca centrale europea

Il tasso della Bce è l’indicatore generale dell’intero sistema detto anche: “tasso di riferimento”.

Quando i tassi erano decisi dalle prorpio banche nazionali erano detti Tassi ufficiali di sconto.

La sostanza in realtà non cambia,  i tassi della Bce sono il parametro principale per la definizione delle principali operazioni di rifinanziamento, ovvero  determinano il costo del denaro che prendiamo a prestito tramite banche e/o finanziarie.

La Bce ha quindi il ruolo di regolatore: se l’economia rallenta, i tassi bassi stimolano investimenti, consumi e (in generale) una maggiore circolazione della liquidità; se l’economia accelera, i tassi vengono ritoccati verso l’alto, per impedire una inflazione eccessiva.

Qui come invece la FED sta affrontando le cose in questo momento.

tasso interesse bce

Euribor

L’ Euribor è il tasso d’interesse medio delle transazioni tra le banche europee.

Gli istituti, infatti, non prestano solo denaro a famiglie e imprese ma si scambiano liquidità reciproca.

Le banche che ne dispongono in abbondanza fanno prestiti di breve termine a quelle che ne sono a corto.

L’Euribor dunque  influenza il costo del denaro sostenuto dagli istituti e rappresenta il punto di riferimento per i mutui a tasso variabile, cui la banca aggiunge uno spread più o meno elevato.

Dall’altro lato l’ Irs  o (Eurirs) rappresenta la base (cui si aggiungerà sempre uno spread) per il calcolo degli interessi sui mutui a tasso fisso.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo: il gruppo di trading e investimenti più grande d’Italia con 7 analisti e trader pronti ad aiutarti.

Tan e Taeg, i tassi d’interesse più cercati e meno compresi

I più famosi e citati in ogni spot pubblicitario di banche o finanziarie, ma cosa sono?

Il  Tan: “Tasso Annuo Nominale” esprime (sempre in percentuale) la differenza tra l’importo avuto e quello rimborsato in un anno.

Neppure il fortunato caso di avere un Tan dello 0%, quindi, implica che il prestito sia a costo zero.

Ci sono infatti altre spese, come commissioni, istruttoria, assicurazioni escluse dal Tan ma incluse nel Taeg: “Tasso Annuo Effettivo Globale”.

Quest’ultimo  esprimere la reale differenza tra l’importo ottenuto e quello da versare al prestatore ovvero in parole semplici quanto ci costa ottenere una determinata somma in prestito.

tassi-interesse-mutui

Come abbiamo visto dunque ogni tasso di interesse gioca un ruolo chiave in base al tipo di prestito a cui vogliamo accedere e, cosa più importante è legato all’andamento dell’economia generale e in primis dunque dalle decisioni della banche centrali che, con la loro decisione sui tassi di riferimento generano di conseguenza una reazione domino sul costo del denaro e quindi sul costo della vita di chi ricorre ai finanziamenti per lavoro e/o  necessità.

E voi li conoscevate?

Fatemi sapere se ora i tassi d’interesse sono più chiari qui nei commenti o cossa vorreste approfondire.

Scopri il video corso Stop and Go per individuare in modo automatico e preciso, quelle azioni che sono nelle loro fase di equilibrio (stop), pronte per prendere una direzione(go)

Davide Cassaghi

 

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento