Vuoi diventare un trader professionista? Scopri la Masterclass Professione Trading
menù

SUPPORTI E RESISTENZE: Come Tracciarli?

15 Settembre 2020

 

I supporti e resistenze, nel trading, rappresentano i 2 elementi essenziali dell’analisi tecnica e dell’analisi grafica, conoscerli e saperli interpretare è la base per poter diventare un trader profittevole nel tempo.

Ne ho viste di cotte e di crude sulle varie tecniche che ti insegnano per tracciare i supporti e le resistenze sui grafici,

per questo motivo ho sentito la necessità di fare, una volta per tutte, chiarezza su questo argomenti tanto discusso.

Ti spiegherò le basi che ti permetteranno di trovare e tracciare, questi due livelli chiave che i prezzi creano durante il loro fisiologico corso.

Vediamoli insieme!

COME INDIVIDUARE UN SUPPORTO SUL GRAFICO

Supporti: Sono dei minimi di reazione, rappresentano livelli o aree dove la pressione in acquisto (domanda) è sufficientemente forte da sovrastare la pressione in vendita (offerta) arrestando, almeno temporaneamente, un downtrend (trend ribassista), o possibilmente invertirlo.


Rappresentano un’area di concentrazione di domanda (acquisto), tale per cui riesce ad assorbire l’offerta e quindi ad sovrastare la pressione di vendita, arrestando un movimento ribassista dei prezzi.

COME INDIVIDUARE UNA RESISTENZA SUL GRAFICO

Resistenze: Sono dei massimi di reazione, rappresentano livelli o aree dove la pressione in vendita (offerta) è sufficientemente forte da sovrastare la pressione in acquisto (domanda) arrestando, almeno temporaneamente, un uptrend (trend rialzista), o possibilmente invertirlo.

Rappresentano un’area di concentrazione di offerta (vendita), tale per cui riesce ad assorbire la domanda e quindi ad sovrastare la pressione in acquisto, arrestando un movimento rialzista dei prezzi.

COME CAPIRE LA FORZA DEI SUPPORTI E RESISTENZE?

Dopo avere individuato un supporto o una resistenza devi fare un passo in più rispetto la media dei trader là fuori.

Non devi fare complicati calcoli matematici,

se vuoi  però veramente capire come si tracciano, devi conoscere 3 elementi fondamentali che ti aiuteranno a stimarne la loro forza:

  1. Volume: Maggiori sono gli scambi avvenuti in un punto di inversione o area e maggiore è la sua forza. Perché molti traders hanno dimostrato interesse in quell’area.
  2. Tempo: Più recente è un supporto o una resistenza e più importante esso diventa, quindi più questi punti di reazione si trovano vicini e più sono affidabili. Perché ci sono molti traders che sono coinvolti in quel determinato punto e che probabilmente hanno ancora delle posizioni aperte e potrebbero andare a chiudere.
  3. Distanza di attraversamento: più lontano si muovono i prezzi da un livello di supporto o resistenza, più i traders si convincono di aver sbagliato la loro operazione ed hanno il desiderio di uscire con il minimo loss.

Più i prezzi si muovono lontano da un livello di supporto o resistenza,

più questo livello viene riconosciuto importante dal mercato, aumentandone la validità.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

UN FALSO MITO SULLA FORZA DEI SUPPORTI E RESISTENZE

Scommetto che quello che ti sto per dire non te lo ha mai detto nessuno:

Ogni volta che un supporto o una resistenza viene testata, una parte della sua forza viene rimossa.

Maggiore è il volume con cui viene testato, maggiore sarà la forza rimossa.

Solitamente al terzo attacco vengono rotti tali livelli.

Capisco che da questa affermazione ti ho confuso le idee, ora ti spiego meglio rispondendo a questa importante domanda:

Come si comportano resistenze e supporti ogni qualvolta vengono testati?

Più volte un livello di supporto e/o di resistenza viene toccato, minore sarà la sua efficacia ad assorbire nuovi e successivi test.

Statisticamente al terzo test, i prezzi riescono a rompere il livello di supporto e/o resistenza.

Le statistiche inoltre evidenziano che a maggiori volumi corrisponde una più elevata probabilità di rottura di un supporto o di una resistenza.

COME FARE TRADING CON SUPPORTI E RESISTENZE?

In ottica trading, si va ad operare long alla rottura di una resistenza, quando c’è la conferma della direzione del trend rialzista.

Questa tipologia di operatività sui breakout, vuole che lo stop loss lo si posizioni in prossimità del minimo precedente.

Nel caso in cui  il trend si sviluppi effettivamente nella direzione individuata, si andrà ad alzare dinamicamente lo stop loss inizialmente individuato.

E’ molto importante operare con questa modalità,

questo perché permette di seguire interamente un trend, andando progressivamente a modificare i livelli di stop loss, che da statici diventano dinamici.

In caso di movimento di uptrend le resistenze violate invertono il loro ruolo diventando supporti; viceversa,  in un movimento di downtrend, i supporti rotti si trasformano in resistenze.

Mi farebbe piacere se mi lasciassi qui sotto un commento o un like in modo da sapere se i contenuti sono di tuo gradimento,

oppure condividi l’articolo con i tasti qui in basso, con i tuoi amici e colleghi.

Qui sotto trovi tutti i miei contatti social e se vuoi scrivermi puoi farlo a: [email protected]

Buon Trading

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento