Numero Verde Gratuito

Lun-Ven 9-19

menù

Pattern di prezzo di inversione e continuazione

8 Gennaio 2021

Nell’analisi tecnica, particolari movimenti dei prezzi, prendono il nome di figure o pattern di prezzo, meglio conosciute come figure di inversione e figure di continuazione.

Le figure di inversione indicano che sta avvenendo un’importante inversione del trend.

Vengono associati a modelli di distribuzione sui massimi o di accumulazione sui minimi.

Maggiore è l’ampiezza e la durata, maggiori sono gli scambi avvenuti durante la loro formazione e maggiori saranno i loro effetti.

L’elemento più importante per la loro rilevazione è che deve esserci un trend precedente da poter invertire.

Hanno valore predittivo e permettono anche di proiettare targets minimi.

I pattern di prezzo che avvengono sui massimi hanno una durata minore e una volatilità maggiore di quelli che avvengono nei minimi.

I volumi sono più importanti nei pattern che avvengono sui minimi piuttosto che quelli che avvengono sui massimi.

Vediamo le principali:

Pattern di prezzo: Doppio Massimo/ Doppio Minimo

E’ formato da 2 massimi/minimi di reazione che avvengono sullo stesso livello.

I volumi del secondo top/bottom dovrebbero essere minori del primo

Il pattern di prezzo è completo quando i prezzi superano il massimo che intervalla i 2 top/bottom.

La rottura dovrebbe avvenire con un forte aumento dei volumi.

Si possono formare dei pull back (con volumi in calo)

Tra un massimo/minimo e l’altro dovrebbe trascorrere almeno 1 mese ed il rimbalzo centrale dovrebbe essere di circa il 20%. (Tali criteri sono solo indicativi).

attern di prezzo

Pattern di prezzo: Testa e Spalle

La spalla sinistra si forma con volumi in aumento rispetto al precedente massimo e non offre indizi per identificare un possibile indebolimento del trend.

La testa si forma con una diminuzione dei volumi rispetto alla spalla sinistra indicando un probabile indebolimento del trend.

Spesso la testa si conclude con la rottura della trendline che ha sostenuto il trend precedente.

Il minimo della testa deve essere più basso del massimo della spalla sinistra.

La caratteristica più importante di questo pattern di prezzo è che la spalla destra si forma con una sostanziale riduzione dei volumi.

Il massimo della spalla destra non deve superare il massimo della testa. Spesso si ferma in prossimità del massimo della spalla sinistra.

Durante la formazione della spalla destra è possibile disegnare la neckline (linea del collo) che unisce i minimi della spalla sinistra e della testa.

Tali minimi spesso avvengono più o meno allo stesso livello.

La rottura della neckline deve avvenire con un sostanziale incremento dei volumi e conferma il completamento del pattern.

Finché non si ha la rottura della neckline, il pattern di prezzo non può essere confermato.

La distanza verticale tra il top della testa e la neckline potrà essere proiettata verticalmente nel punto di rottura per misurare il target minimo dell’inversione.

Dopo la rottura della neckline non sono esclusi pull back sulla stessa.

Tali ritorni dovrebbero avvenire con volumi in calo e possono essere presi come buone opportunità di ingresso.

Le probabilità di un pull back aumentano se il breakout avviene con volumi leggeri.

 

Le figure di continuazione invece, a differenza delle figure di inversione, sono formazioni grafiche meno ampie nello spazio e nel tempo.

Esse rappresentano delle pause di consolidamento, dove in gergo tecnico si dice che il trend recupera le forza per poter riprendere successivamente il suo movimento.

Solitamente si manifestano nelle fasi centrali di un trend.

La formazione di tali figure è condizionata dalla presenza di un trend prima della loro formazione.

Una loro caratteristica che le contraddistingue è sostanziale diminuzione dei volumi di scambio durante la loro formazione.

Difficilmente assisteremo ad una figura di continuazione accompagnata da forti volumi.

Vediamo le principali:

Pattern di prezzo: Triangoli

Per la costruzione di questi pattern di prezzo è necessario avere almeno 4 punti: 2 minimi e 2 massimi. Il punto di intersezione delle 2 linee viene detto apice.

Sono simmetrici quando le 2 linee sono convergenti. Indicano continuazione del trend precedente indipendentemente che sia rialzista o ribassista.

Sono ascendenti quando la linea superiore è orizzontale e la linea inferiore è rialzista. Si verificano dopo un uptrend.

Sono discendenti quando la linea inferiore è orizzontale e la linea superiore è discendente. Si verificano dopo un downtrend.

Per la loro formazione impiegano da 1 a 3 mesi. Se durano più di 3 mesi, sono molto ampi, e si formano in prossimità di top o bottom possono rappresentare figure di inversione.

Durante la loro formazione i volumi dovrebbero contrarsi, per poi espandersi dopo il breakout.

La rottura ottimale del triangolo dovrebbe avvenire tra i 2/3 e i 3/4 della distanza orizzontale tra l’apice e l’inizio del triangolo. Più tarda meno affidabile sarà il successivo movimento.

L’apice fornisce supporto o resistenza per correzioni o rimbalzi successivi al breakout. Solitamente appaiono nella parte centrale di un trend.

Le tecniche di proiezione dei target sono 2:

– la proiezione della misura verticale della parte più ampia del triangolo dal punto di rottura

– la parallela alla linea del triangolo opposta al punto di rottura

Nei triangoli ascendenti o discendenti la rottura solitamente avviene dalla parte della linea orizzontale.

Pattern di prezzo: Flags

Questi pattern di prezzo sono delle pause di consolidamento molto brevi e poco ampie che durano solitamente meno di 3 settimane.

I prezzi si muovono all’interno di 2 linee parallele in direzione opposta a quella del trend precedente.

Si verificano dopo forti ed immediati movimenti direzionali

Rising flags: le linee sono dirette verso l’alto in opposizione ad un trend ribassista.

Falling flags: le 2 linee sono dirette verso il basso in opposizione ad un trend rialzista.

Vengono detti anche pattern di misurazione in quanto verificandosi spesso nella parte centrale di un trend, per calcolare il target minimo si misura la distanza percorsa dall’inizio del trend alla formazione del pattern e si proietta verticalmente dal punto di rottura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pattern di prezzo: Rettangoli

I rettangoli sono tipicamente pattern di prezzo che rappresentano delle pause del trend in corso.

Il rettangolo è completo quando i prezzi rompono la linea orizzontale in direzione del trend precedente.

Per disegnare un rettangolo abbiamo bisogno di almeno 4 punti.

E’ caratterizzato da 2 linee orizzontali parallele e, solitamente dura meno di 3 mesi.

A volte, possono rappresentare modelli di inversione quando si verificano sui massimi o minimi ed hanno dimensioni (orizzontali e verticali) maggiori. Sono molto simili ai tripli massimi e tripli minimi.

Tutti questi pattern di prezzo hanno valore predittivo, ossia ci permettono di ipotizzare con buona affidabilità quale sarà la direzione più probabile che il mercato prenderà;

e sono molto utili nella misurazione degli obiettivi minimi di prezzo (target).

Come tutti gli strumenti ai quali può accedere un analista tecnico, anche questi modelli non devono essere considerati come oro colato al 100%.

Si parlerà sempre di proiezione di scenari più probabili e mai di scenari certi.

Ecco perché è necessario abbinare qualsiasi tecnica utilizzata, con adeguate strategie di money and risk management.

Qui puoi trovare un video corso completo di analisi tecnica gratuito:

Ti auguro buon trading

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento