Numero Verde 800 14 04 04 Lun-Ven 9-19

Pattern di inversione

Home»Articoli»Pattern di inversione
Pattern di inversione

Indice

Chi è alle prime armi si trova sommerso da nozioni, ecco alcuni pattern di inversione trading da cui iniziare e con cui familiarizzare.

I pattern grafici sono un aspetto fondante dell’analisi tecnica, ma richiedono un po’ di tempo per abituarsi sia nell’individuarli sia, ancora di più, nel saperli sfruttare.

Perciò cosa aspettate? Ecco a voi tutto o quasi quello che c’è da conoscere sui pattern di inversione.

Cosa sono i pattern di inversione?

Nell’analisi tecnica, particolari movimenti dei prezzi prendono il nome di figure o pattern di prezzo, meglio conosciute come figure di inversione e figure di continuazione.

Le figure di inversione indicano che sta avvenendo un’importante inversione del trend.

Vengono associati a modelli di distribuzione sui massimi o di accumulazione sui minimi.

Maggiore è l’ampiezza e la durata, maggiori sono gli scambi avvenuti durante la loro formazione e maggiori saranno i loro effetti.

L’elemento più importante per la loro rilevazione è che deve esserci un trend precedente da poter invertire.

Hanno valore predittivo e permettono anche di proiettare targets minimi.

I pattern di prezzo che avvengono sui massimi hanno una durata minore e una volatilità maggiore di quelli che avvengono nei minimi.

I volumi sono più importanti nei pattern che avvengono sui minimi piuttosto che quelli che avvengono sui massimi.

Pattern di prezzo: Doppio Massimo/ Doppio Minimo

È formato da 2 massimi/minimi di reazione che avvengono sullo stesso livello.

I volumi del secondo top/bottom dovrebbero essere minori del primo.

Il pattern di prezzo è completo quando i prezzi superano il massimo che intervalla i 2 top/bottom.

La rottura dovrebbe avvenire con un forte aumento dei volumi.

Si possono formare dei pull back (con volumi in calo).

Tra un massimo/minimo e l’altro dovrebbe trascorrere almeno 1 mese ed il rimbalzo centrale dovrebbe essere di circa il 20%. (Tali criteri sono solo indicativi). Pattern di inversioneScopriamo ora il prossimo pattern di inversione di un trend, questo, come il precedente, è veramente molto semplice da individuare e usare per fare trading.

Cosa sono le linee di contrattacco

Chiamate anche “counter attack lines”, le linee di contrattacco sono un pattern delle candele giapponesi e individuano un pattern di inversione.

Si può dire che così mettono un freno, una resistenza ad un trend in corso.

Le linee di contrattacco sono simile al dark cloud cover, la differenza sostanziale è che mentre il dark cloud cover richiede la penetrazione del corpo della prima candela, nel counterattack lines le chiusure delle due candele devono praticamente coincidere.

Siccome maggiore è la chiusura della seconda candela nella prima, maggiore è l’affidabilità del pattern, si può dire che il contuerattack lines, che richiede un’apertura in gap, è un pattern meno importante del dark cloud cover.

Ma come si individua e da quante candele è formato?

Esso è costituito da due candele, come evidente dall’immagine in basso. linee di contrattaccoPer poterlo identificare correttamente dobbiamo sapere che può essere un pattern ad inversione sia rialzista sia ribassista.

Analizziamo così prima l’uno e poi l’altro caso.

Caso 1: pattern di inversione rialzista

Nel pattern di inversione rialzista come si individua se ci si trova di fronte a delle linee di contrattacco?

Prima condizione per la realizzazione del pattern è la presenza del trend rialzista.

Come detto e come potete vedere dall’immagine si forma con due candele.

La prima candela del pattern deve essere una long candle in direzione del trend di provenienza, intendiamo così che ci deve essere una long white candle, una lunga candela verde.

La seconda candela invece deve essere una candela di colore opposto alla prima, quindi in questo caso una long black candle con un lungo real body.

Proprio questa seconda candela fa la differenza. linee di contrattacco trading

Le caratteristiche per identificare questo modello stanno soprattutto su questa seconda candela, ma perché?

Innanzitutto, deve aprire in maniera importante, una forte apertura in gap rispetto alla prima candela.

Secondo poi, deve andare a chiudere in prossimità della chiusura della prima candela.

La chiusura della prima candela e la chiusura della seconda candela devono essere più o meno sullo stesso livello, devono quasi coincidere affinché il pattern si compia.

A livello di riconoscimento del pattern questo può essere visto come un altro pattern noto come Dark cloud cover.

Soltanto che mentre il Dark cloud cover richiede una penetrazione del corpo della prima candela in questo caso la chiusura delle due candele deve praticamente coincidere.

Pertanto, possiamo dire che il Counter attack lines pattern è praticamente un pattern meno importante, meno forte rispetto al Dark cloud cover.

Questo perché più la seconda candela nel Dark cloud cover chiude dentro il corpo della prima carriera più importante è il pattern.

A differenza invece del Dark cloud cover pattern le linee di contrattacco devono presentare una forte apertura in gap tra prima e seconda candela.

Nel Dark cloud invece tale gap è molto meno evidente.

Caso 2: pattern di inversione ribassista

L’opposto avviene all’interno di un’inversione rialzista.

In questo caso il pattern si verifica all’inverso, si parte dunque da un trend ribassista.

Per prima compare una long black candle seguita, poi, da una long white candle.

Questa seconda lunga candela verde apre sui minimi e va a chiudere in prossimità della chiusura della prima candela.

Perciò anche qui è importante la forte apertura in gap e la coincidenza tra le chiusure.

Questo modello è assimilabile quasi a un Piercing line, fate attenzione a non confonderli.

Tuttavia, il Piercing line come il Dark cloud cover richiede la penetrazione del corpo della prima candela, che qui, ovviamente, non è richiesto.

Come usare le linee di contrattacco su un titolo

Nelle linee di contrattacco non c’è la penetrazione nel corpo della prima candela quindi a livello psicologico indica che la prima candela, la long white candle, conferma la forza dei tori: ci troviamo di fronte a un trend in salute.

Ma cosa significa a livello di psicologia e comportamento quando si manifestano delle linee di contrattacco?

Approfondiamo il primo caso, considerando anche che il caso due di inversione ribassista agirà psicologicamente in maniera inversa a questo primo.

L’apertura della seconda candela conferma il forte up trend e i tori, i nostri compratori, completamente in controllo del mercato.

E se improvvisamente i prezzi iniziano a scendere per poi andare a chiudere in prossimità della chiusura della prima giornata?

In questo caso ci troviamo dove tutti i tori, i compratori, che hanno aperto le posizioni sul gap o comunque sopra il massimo della prima candela, si trovano in netta difficoltà e timore dell’inversione.

Così tutti quei tori che avevano aperto la posizione precedentemente iniziano, dopo questa candela, ad aver qualche timore sulla salute e sulla prosecuzione del trend.

Questa seconda candela come detto fa la differenza.

Indica proprio l’indebolimento del trend, costituisce quasi un passaggio di consegne tra i tori e orsi.

Per questo nelle giornate successive, soprattutto quando i prezzi scenderanno sotto il minimo della seconda candela o poi successivamente quando scenderanno anche sotto il minimo della prima candela, allora attenzione.

Significa infatti che i tori andranno a chiudere via, via le loro posizioni andando ad alimentare lo short.

Si ha così la definitiva discesa del titolo al quale si potrebbero unire nuovi orsi che andranno ad aprire nuove aperture e nuove posizioni al ribasso.

E come vediamo si presentano le righe rosse che seguono la seconda candela e indicano l’inversione avvenuta del trend.

Come e dove posizionare lo stop loss con il pattern sulle linee di contrattacco?

In questo caso sarebbe bene posizionarlo sopra il massimo fatto registrare dal modello nel caso di un’inversione ribassista oppure sotto il minimo nel caso di un’inversione rialzista.

Approfondisci invece in questo articolo tutte le altre tipologie di stop loss  per proteggere i tuoi trade.

Come trovare il pattern di inversione testa e spalle

Forse uno dei più noti e nominati pattern di trading parliamo del pattern testa e spalle.

La spalla sinistra si forma con volumi in aumento rispetto al precedente massimo e non offre indizi per identificare un possibile indebolimento del trend.

La testa si forma con una diminuzione dei volumi rispetto alla spalla sinistra indicando un probabile indebolimento del trend.

Spesso la testa si conclude con la rottura della trendline che ha sostenuto il trend precedente.

Il minimo della testa deve essere più basso del massimo della spalla sinistra.

La caratteristica più importante di questo pattern di prezzo è che la spalla destra si forma con una sostanziale riduzione dei volumi.

Il massimo della spalla destra non deve superare il massimo della testa. Spesso si ferma in prossimità del massimo della spalla sinistra.

Durante la formazione della spalla destra è possibile disegnare la neckline (linea del collo) che unisce i minimi della spalla sinistra e della testa.

Tali minimi spesso avvengono più o meno allo stesso livello.

La rottura della neckline deve avvenire con un sostanziale incremento dei volumi e conferma il completamento del pattern.

Finché non si ha la rottura della neckline, il pattern di prezzo non può essere confermato.

La distanza verticale tra il top della testa e la neckline potrà essere proiettata verticalmente nel punto di rottura per misurare il target minimo dell’inversione. pattern di inversione

Dopo la rottura della neckline non sono esclusi pull back sulla stessa.

Tali ritorni dovrebbero avvenire con volumi in calo e possono essere presi come buone opportunità di ingresso.

Le probabilità di un pull back aumentano se il breakout avviene con volumi leggeri.

Esso viene utilizzato per individuare le inversioni da un trend rialzista a uno ribassista.

Tipicamente, il primo e il terzo picco saranno più piccoli del secondo, ma torneranno tutti allo stesso livello di supporto, altrimenti noto come “scollatura”. pattern testa e spalle

Una volta che il terzo picco è tornato al livello di supporto, è probabile che scoppierà una tendenza ribassista.

Come fare trading con il pattern testa e spalle

Nel pattern di inversione illustrato, il target si misura prendendo la distanza verticale dal massimo della testa fino ad arrivare alla neckline e si proietta nel punto di rottura della nickline, cioè nel livello di ingresso.

Lo stop loss si mette sopra il massimo precedente alla rottura della neckline.

La testa e spalla ribassista funziona alla stessa maniera ma rovesciato. pattern testa e spalle inverso

Come vedi anche nel testa e spalle rovesciato funzionano le stesse regole e strategie operative che funzionano per il testa e spalle ribassista.

Gli stop loss generalmente si posizionano dopo il picco della testa e dopo la spalla destra, in questo caso quindi più che aprire posizioni si valuta come chiuderle ottenendo il massimo profitto.

Se ancora hai dubbi trovi tutto nel nostro corso di analisi tecnica, lo vediamo insieme e capiamo come riconsocerlo e usarlo in abbinamento con altri importanti indicatori di trading.

Cos’è il Fry Pan Bottom?

Il Frypan bottoms è un pattern di inversione delle candele giapponesi costituito da un numero indefinito di candele, diversamente da altri pattern la cui identificazione è resa più facile da un numero preciso di candlestick.

Il Frypan bottoms, che è la contropartita rialzista del Dumpling tops, lascia molto spazio alla discrezionalità e all’interpretazione dell’analista.

Questo pattern di prezzo può essere assimilato al classico modello del rounding bottoms dei pattern grafici occidentali, quindi al classico modello di inversione ad “U”.

Se il dumpling top poi è simile al rounding top, il Fry Pan Bottom pattern è simile al rounding bottom dei modelli occidentali.

“Fry pan” si traduce letteralmente con padella e come potete vedere nella sua rappresentazione grafica in parte lo ricorda.

Le candele che formano questo pattern possono così essere diverse, non c’è un numero fisso ed anche per questo lascia molta discrezionalità e interpretazione al trader.

Si forma dopo una serie di candele con il corpo piccolo e contenuto, con minimi sullo stesso piano o crescenti, preferibili e segnale positivo dell’inversione.

La struttura inferiore è l’inversione della tendenza e simbolo dell’indecisione degli operatori.

Segue poi, appunto, l’inversione e dunque il rialzo corrispondente alle candele via via rialziste e che fantasiosamente possiamo vederle come il secondo bordo della pentola.

Come riconoscere il pattern Frypan bottoms?

La caratteristica principale per l’identificazione di questo pattern di prezzo è la presenza di un forte downtrend di provenienza.

Il Frypan bottoms è caratterizzato da una serie di candele generalmente con real body contenuto, che presentano minimi sullo stesso livello o al più crescenti (ipotesi preferibile).

Questo modello si attiva nel momento in cui si crea un gap, così come per avviene per il Dumpling tops.

È quindi necessaria la presenza di una candela che apre in gap up rispetto alla precedente; in questa fase non è richiesta la rottura di livelli chiave, è sufficiente un gap up.

Il gap agirà da supporto: pertanto, per l’apertura di posizioni rialziste, è possibile posizionare lo stop loss sotto i minimi del gap o, in alternativa, sotto il minimo formato dal gruppo di candele precedenti il gap up.

È bene tenere a mente che nel caso in cui si decidesse di posizionare lo stop loss sotto i minimi delle candele precedenti il gap, il rapporto rischio-rendimento dell’operazione sarà più contenuto e meno attraente rispetto a quanto si otterrebbe posizionando lo stop loss sotto i minimi del gap.

In estrema sintesi la caratteristica principale del Frypan bottoms (che invece non è richiesta nei rounding bottom) è la presenza di un gap up.

Come interpretare i mercati con questo pattern di prezzo

A livello psicologico durante la formazione di questo pattern di prezzo si passa da una situazione di mercato in cui gli orsi sono in pieno controllo del trend ribassista, ad una di equilibrio e incertezza di mercato, in cui gli orsi perdono lentamente forza.

Il tutto si acuisce dopo la formazione del gap up che sancisce di fatto il passaggio del controllo del mercato dagli orsi ai tori.

Durante questa fase di mercato gli orsi vanno a chiudere le loro posizioni e, impauriti dal gap up, contribuiscono ad alimentare le posizioni long

Come fare trading con il pattern di inversione Frypan Bottoms

Nel video che ho messo all’inizio dell’articolo ti ho mostrato un semplice esempio:

Avrai notato la formazione di gruppo di candele con minimi prima orizzontali e successivamente crescenti.

Poi avviene il gap con una long white candle sostenuta da un incremento dei volumi , determinante nell’attivazione del Frypan bottoms.

Nell’apertura di posizioni rialziste occorre posizionare gli stop loss o in prossimità del minimo del gap o sotto i minimi fatti registrare dal gruppo di candele precedenti il gap.

Un esempio reale di Fry pan bottom

Come potete vedere nel grafico in basso, questo è come appare il Fry Pan Bottom pattern.

Notate come non è necessaria la rottura con i livelli precedenti e come però è necessario il gap.

Le tre fasi sono evidentissime:

  • Il forte down trend, fase uno.
  • Fase due la formazione via via, anche su più giorni, di un insieme di candele orizzontali e piccole, simbolo dell’incertezza degli operatori.
  • Terza fase, le candele cominciano a crescere e a diventare sempre più crescenti per arrivare al gap.

Sul gap o al di sotto, come spiegato, andremo poi a posizionare il nostro stop loss al fine di evitare di correre inutili rischi o di vedere andare persi i guadagni realizzati. Fry pan candele giapponesi

Sempre dal nostro esempio possiamo vedere come il pattern è seguito sia dal gap sia da una conferma nella candela successiva.

La conferma in questo caso è fortissima, abbiamo infatti una long candela, una candela molto ampia al rialzo, che viene validata anche da forti volumi, leggibili in basso, cosa significa?

Semplice, che l’inversione si è realizzata e i tori sono ormai fortemente al controllo, e infatti guardate come il titolo anche in seguito continua la tendenza al rialzo.

Cos’è il pattern di inversione double top?

Il double top è un altro modello che gli operatori utilizzano per evidenziare inversioni di tendenza.

Il prezzo di un asset subisce un picco, poi torna a un livello di supporto e risale ancora una volta prima di tornare indietro in modo più permanente rispetto alla tendenza prevalente.

Per riconoscerlo molto spesso si dice che ha una forma ad “M”.

Qui vedete il grafico di come si presenta.

esempio pattern di inversione

Notate come la linea che unisce i due punti più alti, i top, è la resistenza, mentre la linea che viene disegnata sul punto da cui poi inizia a risalire sarà il livello di supporto.

Questo pattern si presenta non nel giro di poche ore ma di giorni e mesi quindi se avete un’operatività sul medio periodo non potete non conoscerlo.

Come usare il double bottom nel trading

Si usa per trovare un’inversione rialzista.

Questo modello è l’opposto del pattern double top, il quale aveva la forma di una “M”, quest’altro avrà la forma di una “W”.

Infatti, ci segnala che siamo alla fine di una tendenza al ribasso a cui sta per seguire uno spostamento verso una tendenza al rialzo.

Poiché quando si presenta il prezzo di un’attività sta scendendo al di sotto del livello di supporto. double bottom

Seguendo così la forma di “W” il prezzo del titolo aumenterà quindi a un livello di resistenza, per poi cadere di nuovo.

Infine, la tendenza si invertirà e inizierà un bel movimento verso l’alto man mano che il mercato diventa più rialzista.

Pattern di inversione: cos’è l’harami?

L’harami è un pattern di inversione formato da due candele.

Come si vede dal pattern il corpo della seconda candela deve essere inglobato nel corpo della prima candela.

Quindi è possibile vedere immediatamente che questo modello è l’inverso dell’engulfing in quanto in quest’ultimo è presente la situazione opposta, dove il corpo della prima candela deve essere inglobato nel corpo della seconda candela.

Questo modello viene chiamato in Giappone Harami- donna incinta perché ricorda le sembianze di un bambino nella pancia della madre, non a caso la prima candela viene chiamata madre e la seconda candela viene chiamata baby.

Come è formato il pattern Harami?

Le caratteristiche principali, di cui alcune le abbiamo già nominate, sono le seguenti:

Deve esserci un trend di provenienza che può essere sia rialzista che ribassista

La presenza, per esempio, nel caso di un trend rialzista di una long white candle (candela di colore verde) in direzione del trend.

La seconda candela deve essere una small candle quindi una candela con il corpo possibilmente piccolo che deve essere inglobato nel corpo della prima candela.

Le shadow possono anche uscire e questo non è rilevante. pattern harami

 

Mentre è fondamentale il colore della prima candela; quello della seconda candela non è così importante, che può essere sia verde che rosso.

Se è rosso, in questo caso potrebbe avere un impatto maggiore, lo stop loss lo si andrà a mettere sopra il massimo del modello, inoltre questo modello non necessita di conferme.

Per la versione ribassista e quindi di inversione rialzista vale il concetto opposto.

Ovverosia si viene da un trend ribassista dove la prima candela deve essere una long black candle e quindi deve avere un lungo corpo rosso, la seconda candela deve avere il corpo inglobato nella prima candela e le shadow posso uscire.

Il colore non è importante.

Lo stop loss lo si metterà sotto il minimo del modello.

Anche in questo caso il pattern harami di inversione del trend non necessita di conferme per una eventuale entrata a mercato.

Come usare nel trading il pattern di inversione harami?

L’harami indica che i tori, cioè la prima candela (la long white candle), sono in pieno controllo del mercato e quindi il mercato è in piena salute.

Ma nella seconda candela succede che c’è una perdita di ampiezza del mercato, e quindi una perdita di salute.

Ovverosia i tori non hanno più il pieno controllo del mercato e c’è una fase di incertezza, dove gli orsi iniziano a fare la voce grossa e quindi c’è maggiore equilibrio tra domanda e offerta.

Quindi c’è una perdita di salute del trend, lo stesso in maniera inversa avviene in un trend ribassista.

Quali elementi rafforzano l’harami?

Gli elementi che rafforzano il pattern sono i volumi.

Più il corpo della prima candela è lungo e più il corpo della seconda candela è piccolo più il pattern è forte.

Quindi, minori sono i volumi sulla formazione della prima candela e maggiori sono sulla formazione della seconda candela più il pattern è importante.

Infine, esiste l’harami cross che si ha quando nella seconda candela non è presente il real body e quindi la seconda candela è una doji.

L’harami cross è la massima espressione dell’harami quindi è la versione più importante dell’harami.

L’harami cross si può trovare sia su inversioni rialziste che ribassiste.

In alcuni casi è possibile combinare un harami con un hammer (piccolo real body lunga lower shadow), successivamente i prezzi salgono.

Quando si riescono a combinare insieme più modelli delle candele giapponesi abbiamo dei segnali più forti.

Uno dei pattern di inversione più difficili nel trading:  il rounding bottom

Il Rounding Bottom può indicare o una continuazione del trend o un’inversione che indica che un trend è in esaurimento.

Il rounding bottom è pattern è un po’ più controverso.

Graficamente lo puoi riconoscere facilmente perché assume la forma di una “U”.

Questo pattern è chiamato anche scodella ed il suo opposto è il Rounding top che indica un’inversione al ribasso.

L’inversione al rialzo del rounding bottom trova conferma quando la linea di collo viene rotta.

Ad esempio, durante una tendenza al rialzo, il prezzo di un’attività può diminuire leggermente prima di aumentare ancora una volta generando così una continuazione rialzista. pattern rounding bottom

Un esempio invece per l’inversione rialzista – mostrato di seguito – si presenta se il prezzo di un’attività è in una tendenza al ribasso e il rounding si forma prima che la tendenza si inverte ed entra in un trend rialzista.

Anche questo pattern è adatto a voi neofiti o che operate sul medio lungo periodo poiché per formarsi richiede alcuni mesi, se non anni.

In questo quindi vi consiglio di settare i grafici su medi lunghi periodi, come la settimana ed esercitarvi così a individuare nel passato quali titoli lo hanno tracciato.

Il pattern di inversione più conosciuto: il three advanced soldiers

I three advanced white soldiers è un pattern di inversione rialzista delle candele giapponesi, che si oppone al pattern dei tre corvi neri che vedremo più avanti.

Il pattern dei tre corvi è abbastanza raro, perciò, soffermatevi prima a imparare questi che saranno molto più utili per fare trading.

Come trovare il pattern dei 3 soldati bianchi

I criteri di identificazione di questo pattern sono i seguenti:

  • Trend in atto ribassista, preferibilmente un lungo trend ribassista
  • Formazione di tre long white candles. Una prima candela verde caratterizzata da un lungo real body, seguita da una seconda candela verde, che deve aprire all’interno del corpo della prima candela e chiudere oltre i massimi della stessa e sui massimi di giornata. Le medesime caratteristiche devono contraddistinguere anche la terza candela verde

Quando la seconda e la terza candela vanno ad aprire non all’interno del corpo della candela precedente, ma sulle shadow o su nuovi massimi, il pattern è da ritenersi ugualmente valido.

La caratteristica importante di questo pattern di inversione rialzista risiede nelle tre candele che devono essere necessariamente tre long white candles.

Lo stop loss deve essere posizionato sotto il minimo della prima candela.  Bisogna prestare attenzione nell’apertura di una posizione perché in una logica rischio-rendimento siamo molto lontani dallo stop loss.

Quindi o si attende una correzione, che però può farsi aspettare, oppure andiamo ad utilizzare questo pattern di inversione per mettere in piedi operazioni di medio-lungo termine, e di conseguenza occorre individuare target di prezzo su questo orizzonte temporale.

Come interpretare i three advanced soldiers

A livello psicologico questo pattern rivela che con la prima candela il trend ribassista in atto perde forza.

Con la seconda candela, quando si rompe il massimo della prima candela, si registra sul mercato un passaggio di consegne dagli orsi ai tori, che diventano più forti.

A livello di volumi sarebbe importante che questo pattern di inversione rialzista si sviluppasse con forti volumi in crescita, soprattutto sulla seconda e sulla terza candela.

In questo modo si avrebbe una conferma che il rialzo è figlio non solo delle ricoperture degli orsi, ma anche e soprattutto da una forte partecipazione dei tori.

Le due varianti del pattern di trading 

È possibile imbattersi in due varianti del pattern dei three advanced white soldiers:

  • Una prima variante avviene quando la seconda e la terza candela formano un real body molto contenuto oppure quando entrambe presentano lunghe lower shadow. Ci si riferisce a questa variante con l’espressione advanced block pattern.
  • Nella seconda variante, definita stailt pattern oppure deliberation pattern, solo l’ultima candela presenta un real body contenuto o lunghe lower shadow.

Come fare trading con il pattern dei tre soldati?

Nell’esempio che ti mostro nel video successivo, noterai come sia possibile visualizzare un esempio del pattern dei three advanced white soldiers (i tre soldati bianchi).

Il trend in atto, antecedente alla formazione delle tre candele bianche, è ribassista.

Le tre candele presentano un lungo real body: la prima apre sui massimi, la seconda addirittura in gap.

Un’ulteriore conferma dell’inversione del trend arriva dalla quarta candela, che va ad aprire sui minimi e a chiudere sui massimi.

È possibile osservare che il mercato, dopo la formazione del pattern di inversione rialzista, continua a salire.

Questi sono alcuni dei pattern di prezzo di inversione rialzista che devi necessariamente conoscere se vuoi iniziare a fare trading con le giuste basi sulle candele giapponesi.

Per imparare a fare trading devi capire la natura del mercato che hai di fronte.

Tuttavia, prima ancora di far questo, devi sapere le regole del gioco, studiarle, farle tue e solo dopo potrai cominciare a buttarti nell’arena chiamata “Trading Online”.

Continuiamo con i pattern di inversione rialzista e scopriamo il Piercing line nel trading.

Cos’è il piercing line nel trading?

Il Piercing line nel trading, è un pattern di inversione rialzista delle candele giapponesi, si compone di due candele.

Essendo un pattern di inversione rialzista affinché si possa riconoscerlo graficamente è necessario un down trend da cui scaturisce l’inversione del trend.

Il Piercing line è la contropartita rialzista del darck cloud cover: presenta le medesime caratteristiche, solo invertite per quanto riguarda la direzione del trend.

Come trovare il piercing line?

I criteri di identificazione del Piercing line nel trading dei tuoi titoli sono i seguenti:

  • Un trend ribassista in atto
  • Una long black candle (lunga candela con il corpo nero/rosso) seguita da una long white candle (lunga candela con il corpo bianco/verde) che apre in gap down (che apre sotto il minimo della lower shadow della prima candela e chiude oltre il 50%)

Se avviene una penetrazione più contenuta, entriamo nella fattispecie di altri pattern di prezzo delle candele giapponesi, che sono meno efficaci e potenti del Piercing line.

Ci sono poi 3 varianti di questo pattern:

  • On Neck pattern: si rileva quando la seconda candela va a chiudere in prossimità dei minimi della prima candela.
  • In Neck pattern: si configura quando la seconda candela va a chiudere in prossimità della chiusura della prima candela.
  • Thrusting pattern: si riconosce quando la seconda candela va a chiudere all’interno del corpo della prima candela, ma sotto il 50%.

Queste tre variazioni del pattern piercing line nel trading sono meno efficaci rispetto ad un classico Piercing line.

Come interpretare il piercing line nel trading?

A livello psicologico si rileva un trend ribassista che viene confermato dalla formazione della prima candela, una long black candle.

In questa fase gli orsi sono in pieno controllo del mercato.

Con l’apertura della seconda candela gli orsi detengono ancora il controllo del mercato e addirittura riescono ad aprire in gap (segnale di debolezza del mercato).

Successivamente, a causa di un cambiamento di fondo, i tori riescono a recuperare terreno fino ad andare a chiudere oltre il 50% del corpo della prima candela.

Si registra quindi un passaggio di consegne nel mercato, dagli orsi ai tori.

Occorre prestare attenzione perché gli orsi, che hanno aperto operazioni short con la seconda candela, dal massimo del 50% fino alla shadow saranno in perdita e tenderanno pertanto a ricoprire le loro posizioni short, andando ad alimentare l’up trend che si sarà nel frattempo originato.

È bene precisare che questo pattern di prezzo non necessita di ulteriori conferme che ne attestino l’affidabilità.

I fattori che ne incrementano l’importanza sono una diminuzione di volumi sulla prima candela ed un incremento degli stessi sulla seconda.

Maggiore è questa differenza, maggiore sarà l’importanza assunta dal pattern.

Una maggiore penetrazione della seconda candela sul corpo della prima conferisce una maggiore affidabilità all’inversione del trend.

Se tutto ciò si verifica in prossimità di importanti supporti, il tutto assume ancora maggiore valore.

Questo pattern grafico assume maggiore rilevanza se si forma all’interno di un trend rialzista, quindi su una correzione di un trend di fondo rialzista.

Ma passiamo ora all’ultimo (per oggi) dei pattern di inversione di trading.

Come vi avevo accennato è uno dei più rari pattern di inversione.

Cos’è il pattern dei corvi neri?

I 3 corvi neri rappresenta un pattern grafico che si verifica dopo un uptrend, spesso molto lungo ed importante, è un pattern di inversione dei prezzi abbastanza raro.

Il pattern dei tre corvi neri: cos’è e come usarlo per le tue operazioni

I 3 corvi neri, che rappresentano un pattern grafico che si verifica dopo un uptrend, spesso molto lungo ed importante, è un pattern di inversione dei prezzi abbastanza raro.

Mi raccomando in questi giorni esercitatevi, prendete a riferimento anche grafici passati e tentate di indovinare quale pattern sia.

Le caratteristiche che le tre candele devono possedere per poter essere identificate come 3 corvi neri sono le seguenti:

  • Devono essere tre long black candle consecutive, quindi tre candele con lungo real body
  • È necessario che ciascuna candela apra all’interno del corpo della candela precedente e che contestualmente
  • Chiuda sotto il minimo della candela precedente, sui minimi di giornata o in prossimità di essi

Quindi per poter identificare il pattern di inversione non è sufficiente identificare tre long black candle consecutive,

ma è necessario che la seconda candela apra all’interno del corpo della prima candela e che la stessa chiuda sotto i minimi della candela precedente.

Analogamente anche la terza candela si deve muovere in maniera simile, aprendo all’interno del corpo della seconda candela e chiudendo sotto i minimi della seconda candela, in prossimità dei minimi di giornata o in prossimità degli stessi.

Come interpretare i mercati con questo pattern delle candele giapponesi?

A livello psicologico questo pattern di inversione mostra immediatamente un’interruzione del trend di mercato.

Ne discende che la prima candela sancisce un passaggio di mano del mercato, il cui controllo passa dai tori agli orsi.

Se con la prima long black candle si registra una perdita di forza dei tori.

Da tale deriva uno stato di incertezza circa la direzione del trend, in quanto i tori iniziano a dubitare della salute e della forza del movimento rialzista.

Con la seconda e la terza black candle diventa evidente non solo la perdita di forza da parte dei tori, ma anche il contestuale incremento di forza degli orsi.

Questo spinge i prezzi molto in basso e sancire di fatto il cambio del trend in atto sul mercato.

Il pattern di inversione scaturisce non solo dalla chiusura delle posizioni long da parte dei tori ma anche da una forte partecipazione short del mercato.

Quindi da una forte partecipazione al ribasso da parte degli orsi, che a questo punto arrivano a detenere il pieno controllo del mercato.

Una variante del pattern di inversione prima descritto si configura quando le tre candele aprono in prossimità dei minimi della candela precedente oppure addirittura più in basso.

Quando l’apertura della prima long black candle avviene nel corpo della candela precedente ed è seguita da una seconda e da una terza candela che aprono più in basso, anche al di sotto dei minimi della candela precedente.

Questo pattern di inversione è maggiormente valido, e il trend ribassista che si origina assume ancora maggior forza ed importanza.

Come usare il pattern dei 3 corvi neri nel trading?

Ti lascio un video, corri subito al minuto 4.06 per capire meglio quello che ti sto per spiegare!

All’inizio è in atto un movimento rialzista, poi, come si può vedere nel grafico, si succedono tre long black candle, ciascuna delle quali apre all’interno del corpo della candela precedente e chiude in prossimità dei minimi della stessa.

Poi i prezzi registrano un piccolo rimbalzo, per poi iniziare nuovamente a scendere, dando vita al trend ribassista.

Osservando attentamente il grafico, prima del pattern di inversione descritto, è possibile osservare la formazione di una harami, un altro importantissimo pattern di prezzo delle candele giapponesi.

Quindi nel grafico troviamo una long white candle, figura tipica di un trend rialzista seguita da una black candle.

Lo stop loss lo andiamo a posizionare sopra il massimo della prima candela nera dei tre corvi, quindi sopra il massimo del primo corvo.

Quando si sviluppa il pattern di inversione occorre prestare molta attenzione, perché ci si trova spesso lontani dal livello di stop loss.

A questo punto possiamo attendere un rimbalzo dei corsi o in alternativa dobbiamo essere bravi a trovare dei target di prezzo di medio-lungo termine.

Il rapporto rischio-rendimento eccessivamente contenuto non giustifica l’apertura di un’operazione.

Altri 3 pattern di inversione da sfruttare nel trading

Scopriamo dunque cosa sono:

  • l’engulfing bullish pattern
  • il Dumpling Tops
  • l’abandoned baby

Se invece sei più interessato ai pattern di continuazione, non preoccuparti, abbiamo un approfondimento anche su quello: pattern di continuazione.

Cos’è l’Engulfing Bullish Pattern

Questo è un importantissimo pattern delle candele giapponesi, nello specifico voglio condividere con te:

  • Come rilevarlo ed identificarlo sul grafico
  • Valutarne l’importanza e la forza
  • Come implementarlo nella tua strategia di trading per migliorarne in maniera significativa l’affidabilità

Ho preparato un video per te in modo da spiegarti meglio questo tipo di pattern delle candele giapponesi anche con esempi grafici.

L’Engulfing Bullish Pattern è un modello di inversione delle candele giapponesi formato da due candele (esistono pattern delle candele giapponesi di inversione e pattern di continuazione) ma soprattutto ci sono pattern ad 1 candela, a 2 candele o a 3 e più candele.

Quello di oggi è un pattern a 2 candele, perché si forma con la combinazione di due candele, ed è un pattern di inversione ovvero è un pattern che inverte il trend.

L’Engulfing Pattern può essere sia rialzista, e quindi viene chiamato Engulfing Bullish, oppure ribassista e quindi viene chiamato Engulfing Bearish.

Come sfruttare l’engulfin pattern per invertire il trend

Dobbiamo avere innanzitutto un trend di mercato da invertire.

Quindi non si può formare dopo una fase laterale ma soprattutto se abbiamo un Engulfing Bullish questo non si può formare dopo un trend rialzista, ma bensì si dovrà formare necessariamente dopo un trend ribassista, viceversa quello bearish si dovrà formare dopo un trend rialzista perché di inversione ribassista.

Quindi il primo criterio é che deve esserci un trend chiaro ben definito e questo trend, ovviamente, non è detto debba essere necessariamente di lunga durata,

ma può essere anche di breve durata, l’importante è che ci sia comunque un trend da invertire.

Secondo elemento: le due candele devono essere di colore opposto.

Quindi nell’Engulfing Bullish di inversione rialzista, deve esserci una candela rossa seguita da una candela verde e poi il corpo della seconda candela deve inglobare, e quindi deve racchiudere, il corpo della prima candela.

Praticamente il range apertura-chiusura della prima candela deve essere compreso nel range apertura-chiusura della seconda candela.

Le shadow (ovvero le ombre) possono anche uscire fuori dalla candela, quindi se l’upper shadow esce fuori non succede niente, così come se la lower shadow va fuori non succede niente.

Questi sono i 2 fondamentali criteri che devi avere sempre a mente per capire come riconoscere il pattern di inversione Engulfing Bullish.

Come riconoscere l’engulfing bullish pattern

Possiamo dire che l’Engulfing Bullish Pattern non ha bisogno di conferme particolari, a differenza di altri pattern di prezzo delle candele giapponesi che hanno bisogno di successive conferme.

Come, ad esempio, la formazione di una terza candela che rompe il massimo di quella precedente o di altre condizioni specifiche.

Il minimo fatto registrare da una delle due candele giapponesi, ovvero il livello di prezzo più basso identificato dalla lower shadow di una della due candele,

farà da livello di supporto dei prezzi, pertanto sotto questo minimo puoi posizionare lo stop loss.

Viceversa, se sei di fronte ad un pattern di inversione ribassista, il massimo delle due candele farà da livello di resistenza dei prezzi, oltre il quale puoi andare a mettere lo stop loss.

Come tutti i pattern delle candele giapponesi esso non fornisce target di prezzo ma, così come per tutti i pattern delle candele giapponesi è importante rilevare dove si forma questo pattern.

Come fare trading con l’engulfing bullish pattern

Se il pattern rialzista in oggetto si forma in prossimità di supporti, allora assume una rilevanza maggiore,

così come se si forma in un trend di fondo rialzista al termine di una correzione del trend stesso, fornisce indicazioni ancora più importanti.

I fattori che incrementano l’importanza del pattern sono i seguenti:

L’Engulfing pattern assume maggiore importanza quando il corpo della prima candela è piccolo, quindi ne deriva che:

  • Più il corpo della seconda candela è grande, più il pattern assume importanza
  • Mentre più i volumi sono bassi in corrispondenza della prima candela più il pattern assume importanza
  • Più i volumi sono elevati nella seconda candela più il pattern assume importanza

Bisogna prestare molta attenzione ai volumi in quanto non sono un requisito specifico per la formazione del modello ma la loro analisi permette di incrementare decisamente l’importanza del pattern in oggetto.

Più la formazione di questo pattern è lunga e iperestesa, più questo pattern assume importanza.

Inoltre, se si forma in prossimità di supporti aumenta ulteriormente l’importanza del pattern.

Cosa nasconde l’engulfing pattern?

Comprendere la psicologia del mercato che ha portato alla formazione dell’Engulfing Pattern,

ovvero capire quello che sta avvenendo dietro il movimento dei prezzi, viene suggerito dalla dimensione del corpo della prima candela.

In particolare, il colore e la dimensione di quest’ultima, indica che gli orsi stanno dissipando la loro forza.

Quindi più è piccolo, il corpo della candela, e più viene fatta con bassi volumi più è indice che gli orsi stanno perdendo forza.

Viceversa, il corpo della seconda candela, solitamente una long white candle, fatta con volumi in aumento.

Dice che i tori hanno vinto la battaglia con gli orsi ed hanno ripreso il controllo del mercato e quindi c’è un passaggio di potere dagli orsi ai tori che hanno ripreso il controllo della situazione.

Come trovare sul grafico l’engulfing pattern?

Di seguito ti mostro alcuni esempi reali, è ovviamente difficile trovare il caso ideale però le regole vanno rispettate.

In caso di trend ribassista si deve avere in successione una candela black ed una candela white.

Quest’ultima con il corpo che ingloba il corpo della prima candela, anche nel caso in cui non possiamo avere ulteriore conferma dai volumi.  Pattern di inversione engulfing

 

Un secondo esempio, questa volta Bearish, di Engulfing Pattern te lo mostro in questa immagine:  Pattern di inversione engulfin

Puoi notare infatti una prima candela white rialzista ed una seconda candela black ribassista ed il corpo della prima candela inglobato nel corpo della seconda, il trend precedente al pattern è al rialzo.

Lo stop loss sarebbe sopra il massimo costituito da una delle shadow del pattern stesso.

Accedi ora al gruppo Facebook. Impara ad investire nel mercato azionario anche se parti da zero.

Un esempio pratico di engulfing pattern

Nelle seguenti immagini puoi vedere altri due esempi di identificazione del pattern Engulfing:

Esempio 1

Come vedi c’è un trend rialzista, due candele di colore diverso con le caratteristiche indicate in precedenza e infatti dopo la formazione del pattern abbiamo la nostra inversione.  Pattern di inversione trend rialzista

 

Esempio 2

In questo secondo caso invece vedi un altro Engulfing Bullish Pattern ancora più importante perché si forma in prossimità delle resistenze indicate in figura:

Anche in questo caso ci sono i corpi delle candele di colore opposto con il corpo della seconda candela che ingloba il corpo della prima candela.  Pattern di inversione trend ribassista

Ultimo esempio di engulfing pattern:

Questo è un altro importante Engulfing pattern, con il corpo della seconda candela che ingloba il corpo della prima candela e si forma in prossimità del supporto indicato. esempio engulfing pattern

Esempio di un engulfing pattern che NON ha successo:

Cosa significa che questo Engulfing “Non Ha Successo?”

Se osservi con attenzione noterai che si va a formare dopo il break di importanti livelli di resistenza con un trend rialzista in corso.

Mentre se si fosse formato sotto lo stesso livello di resistenza avrebbe avuto probabilmente maggiore efficacia. evitare falsi segnali candele giapponesi

Bisogna pertanto prestare molta attenzione alla posizione in cui si formano questi pattern di prezzo delle candele giapponesi, e anche al rispetto delle regole di identificazione dell’Engulfing Pattern;

Infatti, come noti, in questo caso le due candele sono dello stesso colore verde e verde, pertanto non si può parlare di Engulfing Pattern.

Il Dumpling Tops è un pattern delle candele giapponesi di inversione ribassista che si forma di solito sui massimi dei prezzi.

È un modello molto raro, che lascia ampio spazio all’interpretazione da parte dell’analista.

Pertanto, rappresenta un pattern di prezzo più discrezionale rispetto agli altri modelli analizzati nei precedenti articoli, più meccanici e rigorosi nella loro interpretazione.

Saper fare un’ottima analisi candlestick può rivelarsi positiva per il tuo trading e per la tua operatività sui mercati finanziari.

Ho preparato per te anche un video in modo da spiegarti ancor meglio questo pattern di prezzo con esempi direttamente sul grafico.

Come trovare il pattern Dumpling Tops?

Il dumpling tops è l’unico modello grafico che non specifica nè un numero di candele minimo nè un numero massimo di candele per la sua identificazione.

È possibile affermare che può essere paragonato al rounding top, quindi al classico modello ad “U” rovesciata.

Per potere identificare questo pattern è necessario innanzitutto la presenza di un trend di fondo rialzista.

Occorre poi identificare una serie di candele con piccolo real body che si trovano più o meno tutte sullo stesso livello,

una sorta di pausa di consolidamento dei prezzi. In realtà sarebbe preferibile che durante il pattern si formasse una successione di massimi decrescenti,

che aiutano ad identificare il modello ad “U” rovesciata, osservabile graficamente tracciando una linea spezzata che unisce i massimi decrescenti.

La caratteristica fondamentale di questo pattern è la formazione di un gap down tra due candele. Solo dopo tale formazione è consigliabile l’apertura di posizioni short.

Come posizionare lo Stop Loss?

Dove posizionare gli stop? Il gap agirà da resistenza, quindi è possibile posizionare lo stop loss sopra l’apertura del gap oppure in corrispondenza del massimo del pattern.

A differenza del rounding top, il dumpling tops richiede la presenza di un gap down per il suo completamento e per la sua attivazione.

Come interpretare il pattern dumpling top nel trading?

A livello psicologico questo pattern suggerisce prima la presenza di un mercato in pieno controllo dei tori.

Successivamente si registra una sostanziale fase di equilibrio in cui i tori cominciano a perdere potere, con un conseguente indebolimento del trend rialzista.

Il gap down sancisce il passaggio del controllo del mercato dai tori agli orsi.

Durante questa fase di mercato i tori vanno a chiudere le loro posizioni e, impauriti dal gap down, contribuiscono ad alimentare le posizioni short sul titolo.

I giapponesi dicono che in presenza dei vari pattern di prezzo il mercato diventa insensibile alle buone notizie.

Se il mercato configura questo modello in prossimità ed in presenza di buone notizie, allora il dumpling tops assume ancora maggiore rilevanza tecnica.

Impara subito l’analisi tecnica senza sforzo. Scarica gratis le 22 video pillole di analisi tecnica

Come fare trading con il pattern Dumpling Tops:

Hai visto gli esempi grafici del video?

Avrai sicuramente notato come, nell’esempio mostrato nel video, sia identificabile un chiaro trend rialzista.

All’interno di questo trend è possibile osservare massimi prima orizzontali, poi una successione di candele con un piccolo real body e massimi decrescenti, ed infine un gap down che attiva il pattern.

Questo rappresenta il livello per aprire posizioni short e andare poi ad operare con dei target.

È bene però precisare che il dumpling tops, come tutti i pattern delle candele giapponesi, non identifica target di prezzo.

In questo caso è possibile effettuare un’ulteriore analisi grafica ed individuare un falling three methods:

una long black candle seguita da due candele di continuazione con piccolo real body ed infine una nuova long black candle.

Nell’esempio è possibile dunque applicare due pattern delle candele giapponesi, che danno maggiore significatività alla lettura ed all’interpretazione del grafico.

L’abbandoned baby top è un pattern delle candele giapponesi costituito da tre candele così come l’evening doji star.

Come riconoscere l’abbandoned baby top

L’unica differenza con il pattern di prezzo evening doji star è che questa doji, e quindi la candela centrale del pattern, si deve formare in gap sia con la prima candela sia con la seconda candela.

Tutte le altre caratteristiche sono identiche, però mentre nell’evening doji star c’è la candela centrale che può sovrapporsi con le shadow della prima e della terza candela in questo caso deve esserci un doppio gap.

Questo pattern di prezzo di inversione rialzista molto raro si trova soprattutto sui massimi storici e si può trovare dopo lunghi e duraturi movimenti dei prezzi.

L’opposto del pattern abbandoned baby

Il fratello gemello e opposto a questo pattern di trading è l’abbandoned baby bottom.

In questo caso il pattern è l’equivalente di una morning doji star, soltanto che anche qui le shadow della doji non si sovrappongono con le shadow della prima e della terza candela ma c’è un doppio gap tra la prima e la seconda candela e tra la seconda e la terza candela. Ovviamente tutte le altre caratteristiche sono uguali alla morning doji star.

Come trovare l’abbandoned baby bottom

Anche in questo pattern di inversione rialzista, che è molto raro, si sviluppa di solito:

  • In prossimità di importanti minimi e quindi dopo down trend lunghi e duraturi o comunque iper-estesi
  • Di solito dopo trend di lungo termine

Questo pattern delle candele giapponesi è molto raro, per questo ti consiglio di imparare e studiare altri pattern delle candele giapponesi che sono molto più comuni e più facilmente individuabili nella tua operatività di trading.

Questi erano 3 pattern di inversione fondamentali, ma conosci gli altri pattern di inversione? E quelli di continuazione?

Sicuramente ora che li conosci la tua attività di trading sarà più facile e se hai dei dubbi contatta anche i nostri tutor!

Qual è il miglior pattern di trading?

Non esiste un modello di grafico “migliore”, poiché sono tutti utilizzati per evidenziare tendenze diverse in una grande varietà di mercati, alcuni però sono pattern più importanti e strategici di altri.

Ad esempio, alcuni modelli sono più adatti a un mercato instabile, mentre altri lo sono meno.

Alcuni ancora sono più adatti in un mercato rialzista, mentre altri lo sono nelle fasi ribassiste.

Detto questo, è importante conoscere il modello di grafico “migliore” per il tuo particolare mercato, poiché utilizzare quello sbagliato o non sapere quale utilizzare può farti perdere le opportunità di guadagnare.

Questi erano i pattern di inversione nel trading, qui trovi i pattern di continuazione:come usare i pattern di continuazione nel trading.

Mi raccomando apparentemente l’analisi tecnica sembra complicata ma con un po’ di pratica vedrai che anche tu imparerai a riconoscere i pattern delle candele giapponesi e rendere più profittevole il tuo trading.

Alessandro Moretti

Analisi tecnica

Analisi Tecnica

Scopri il percorso ultra semplificato per padroneggiare l’analisi tecnica

Scopri il corso