Numero Verde 800 14 04 04 Lun-Ven 9-19

Mercati Finanziari: cosa fare in questi momenti

Home»Articoli»Mercati Finanziari: cosa fare in questi momenti
cosa fare sui mercati finanziari

Mercati finanziari, cosa fare quando succedono giornate così?

Come operare ed evitare il panico che si è scatenato?

Siamo andati a letto agitati perché già i futures ieri hanno aperto in maniera negativa, quasi rosso sangue, ma cosa sta succedendo, quanto dobbiamo preoccuparci?

Cosa sta succedendo sui mercati?

Diamo uno sguardo a mente fredda a quanto sta accadendo in queste ultime ore a causa, ormai lo sappiamo, del nuovo Covid-19 e come possiamo proteggerci.

Guardiamo al grafico del FTSEMIB, possiamo vedere i massimi degli ultimi mesi.

E’ ufficiale si è scatenato il panico sui mercati, si è perso il 25% in due settimane e stamattina da -5% siamo velocemente arrivati a -10%, come si può notare anche dall’ultima candela long rossa di oggi.

Come potete vedere il panico non è solo sulla borsa italiana, ma su tutti i mercati, il Dax anche è in rosso, come potete vedere in basso, e così il Giappone che ha chiuso a -5,38%.

La Cina perde, ma meno con il -3%.

Accedi ora al gruppo Facebook. Impara ad investire nel mercato azionario anche se parti da zero.

Il Vix

Invece se andiamo a guardare il Vix possiamo accorgerci subito di come sia schizzato e di come stia salendo e muovendosi al rialzo negli ultimi giorni.

Il Vix consiste in un indicatore che segna proprio il sentiment di crisi e rischio sui mercati.

Come possiamo cogliere dal grafico il Vix è arrivato quasi ai livelli del 2011, ma per fortuna, e speriamo non vi arrivi e resti insuperabile, ancora non ha raggiunto il livello della crisi del 2008.

Lo Spread

Uguale interesse possiamo coglierla invece sullo Spread tra Btp e Bund tedeschi che è salito a 210 punti, ciò è imputabile a due ordini di ragioni.

Primo motivo il rendimento dei Bund tedeschi è in negativo e continua a scendere.

Mentre secondo ordine di ragioni è la nostra situazione italiana che si trova di fronte ad un’emergenza sanitaria imprevedibile e che ci sta colpendo profondamente.

Di conseguenza di fronte a tali incertezze si manifestano le preoccupazioni.

Se guardiamo anche ai futures possiamo guardare il calo di ieri, ma per fare previsioni conviene aspettare poco tempo e vedere cosa succederà all’apertura dei mercati americani.

Nelle ultime ore si è parlato anche di una possibile chiusura di Piazza Affari, se accadrà non possiamo saperlo, secondo Bloomberg che riporta le parole di Jerusalmi il panico è ingiustificato.

Di certo noi tutti però siamo preoccupati e d’altra parte anche la comunicazione così contraddittoria non fa che metterci nelle condizioni emotive peggiori.

Diventare preda anche noi del panico è facile, questa schizofrenia mediatica ci sta letteralmente mettendo in crisi.

Di certo la situazione sanitaria è grave, non dobbiamo e non possiamo negarlo, ma analizziamo la situazione dal lato economico e finanziario che in questa situazione ci appartiene.

I contagi stanno aumentando, i casi totali sono tornati a crescere e forse in parte era prevedibile.

Il virus è arrivato in Europa e si sta per estendere anche agli Stati Uniti, i contagi stanno aumentando e continuano a salire, l’Oms in parte ci aveva avvisato, ma il problema è che il virus si sta diffondendo anche fuori dalla Cina e sta contagiando anche le borse.

Il problema, come possiamo notare, e che forse più affligge le borse, è che è fuori dalla Cina, come potete leggere dal grafico in basso.

In Cina la situazione sta rientrando mentre il contagio, finanziario anche, si sta diffondendo anche da noi.

Possiamo però notare come in Cina i contagi stanno scendendo e il Paese sta ricominciando a uscire dalla quarantena, la situazione è sotto controllo.

Di conseguenza se la Cina c’è passata, è riuscita a contenerlo e si sta riprendendo, cerchiamo di prendere ispirazione da loro.

Di certo gli interrogativi e i dubbi sono macroscopici e senza piena risposta.

Migliora da subito il tuo trading. Scarica la libreria del trader. BONUS: 2 casi studio reali

Un problema globale

Se prima era solo un problema cinese, ora è globale.

Per questo la paura e le incertezze si riflettono sui mercati.

Ma se si sta riprendendo la Cina, anche noi dobbiamo evitare di incorrere in crisi e panico e operare in maniera razionale in modo da non metterci a rischio.

Guardiamo ai grafici riportati dal Sole 24H, come possiamo notare ciò che, come ripetuto, affligge i mercati è l’estensione del fenomeno.

La Cina mostra come i guariti, nonostante non ci sia ancora nessun vaccino, continuino a crescere.

Il mondo, eccetto Cina, è ciò che più ci spaventa, lo potete vedere bene nel seguente grafico la connessione.

Da metà febbraio ha cominciato a salire e possiamo notare come dalla decorrelazione (scendono i contagi cinesi e salgono i contagi mondiali) si collega il panico salente sui mercati.

Notate infatti dal secondo grafico in basso come è proprio l’estensione e la globalità del fenomeno che desta e porta alla preoccupazione, perché potrebbe portare ad una intera contrazione dell’economia mondiale e, di conseguenza, anche le borse si preoccupano.

Il mercato è normale che scenda e ne risenta, ma questa aspettativa dei mercati ingloba già le aspettative dei contagi futuri.

So che può suonare strano, se siete inesperti ancora di più, ma ribadisco le borse si muovono sulle aspettative future, e quindi sul futuro aumento dei contagi.

Umanamente voi potreste voler “scappare”, vedete che tutto scende, controllate i titoli e perdono, vedete candelone rosse infinite, è naturale che vogliate vendere tutto.

In realtà le borse stanno rappresentando le aspettative dell’aumento dei contagi futuri.

Vendiamo?

Acquistiamo?

Cosa fare sui mercati finanziari?

In realtà valutando la gestione del virus in Cina, il suo contenimento, si potrebbe valutare in maniera positiva anche dal lato dei mercati che potrebbero coglierla come una buona occasione di acquisto.

Qui potete scoprire cosa influenza di più i mercati finanziari.

Tanto più se operano sul lungo periodo.

Perché dico questo, perché la crisi passerà, la produzione si riprenderà, i consumi torneranno ai livelli pre virus, e anche voi tornerete a uscire o no?

E i vostri figli a scuola.

Nessuno può sapere però cosa accadrà è vero, ma i mercati stanno rispondendo a questa incertezza oggi.

Se le cose miglioreranno o peggioreranno, i prezzi di oggi ci dicono che in caso sono preparati.

Un’analisi dei mercati finanziari e cosa fare, basandosi anche sullo storico delle crisi passate

Chi oggi decide di operare sta agendo nel panico e si sta facendo del male serio.

Che vendiate o compriate sul breve periodo, oggi state scommettendo.

E non c’è niente di più sbagliato e pericoloso.

Nessuno può sapere cosa accadrà, ma tutte le previsioni sono inglobate negli andamenti dei prezzi di oggi, e se operate oggi state scommettendo.

Per rassicurarci ed evitare di essere vittime di isterismi valutiamo la performance di 10.000 euro investiti sul Msci Europe dal 2004 al 2018.

Come possiamo vedere questo investimento ha affrontato la crisi del 2008, poi quella dei debiti sovrani e infine ha cominciato negli ultimi anni a rivedere la positività, la luce.

Possiamo vedere che, nonostante tutte queste crisi, valutando i rendimenti percentuali annualizzati, se i nostri soldi fossero stati sempre investiti avremmo addirittura guadagnato il 5,3%.

Ma cosa sarebbe successo se fossimo stati fuori?

Avremmo perso.

Se ci fossimo persi i 10 giorni migliori del mercato avremmo perso lo 0,5% e senza essere sui mercati nei 50 giorni migliori ci saremmo persi addirittura il 7,7% annualizzato.

Da 10.000 arriveremmo a dilapidare tutto il nostro patrimonio e a ritrovarci con solo 3.000 euro, il grafico qui in basso parla chiaro, stampatelo in mente.

Come possiamo vedere in queste giornate, operare è controproducente.

Il Dow Jones negli ultimi giorni ha messo a segno la miglior performance di sempre, aiuti della Fed, buoni dati economici, aiuti statali con anche possibili forti e positivi rimbalzi.

Su queste scelte di timing l’investitore sbaglia.

Se uscite oggi, poi però quando è il momento giusto per rientrare?

Quando siete fuori magari potreste vedere che o sono troppo alti o di nuovo stanno scendendo.

Valutiamo sempre dati alla mano così vi confortate.

Lasciamo stare i dati assoluti in verde, potete leggere l’andamento medio dell’investitore che ha investito sul Nasdaq.

In base alle sue scelte di investimento notate come si è perso alcune delle migliori occasioni di guadagno che poi vanno a colmare le eventuali perdite quando ci dovrebbero essere.

Vendeva sui minimi e comprava sui massimi, e così facendo ha addirittura perso. Anche qui il grafico, i dati reali lo dimostrano manifestamente.

Questo è il grosso errore che potrebbe capitarci in queste giornate così volatili.

Facciamo una distinzione di cosa fare sui mercati finanziari in queste situazioni a seconda di quella che è la vostra operatività, se speculate e fate trading o se invece state investendo.

Scarica la guida definitiva sui migliori broker del 2021 per investire in azioni.

Mercati finanziari: cosa fare in questi casi se fate trading

Nel primo caso, se fate trading e speculate l’unica cosa da fare è attenervi alla vostra strategia e alle regole che avete imposto alla vostra operatività.

Seguite e attenetevi alle vostre regole.

Un titolo vi da il -20%, cosa faccio?

Io ho comprato questo asset per guadagnare, se fosse salito avrei operato così, altrimenti se fosse sceso come avreste operato?

In quel caso se non avete una strategia e non avevate previsto né una né l’altra cosa, allora forse è il caso di vendere e fermarsi un attimo.

Nel caso facciate speculazione e in attività ad alto rischio specifico, se non avete una strategia è pericoloso.

Dovete sapere che i mercati, i titoli salgono e scendono e senza regole, vi sareste fatti male sia con il covid-19, sia con crisi o mercati normali che fossero, avreste rischiato moltissimo uguale.

Quindi fermatevi, respirate e dedicate questo periodo di incertezza a studiare, capire dove avete sbagliato e come migliorarvi.

Mercati finanziari: cosa fare in questi casi se state investendo

Nel secondo caso se state investendo anche qui bisogna distinguere su due punti:

  1. Strumenti finanziari
  2. Pianificazione

Per quanto riguarda gli strumenti finanziari dovete valutare in cosa, come avete investito, come si muove il mio portafoglio, cosa detiene, sono efficienti? Quanto mi costano?

Come e su cosa avete investito fino ad oggi, come è composto il vostro portafoglio?

Quando si fa un piano d’investimento si deve essere anche pronti alle perdite, se ne deve parlare e qualsiasi bravo consulente ve ne deve parlare.

Dovete sapere e capire qual è la perdita massima che potete sopportare.

Arriviamo da 10 anni di Bull market, è normale che i mercati scendano o ritraccino.

Se avete un orizzonte temporale a 10 anni dovete aspettarvi almeno una grande crisi forse due.

In 20 anni, anche 3 o 4, i mercati faranno anche il -35-40% e noi dobbiamo essere preparati.

Purtroppo, tanto imprevedibile e sconosciuto è questo virus, ugualmente lo sono i mercati.

I mercati salgono e scendono, mediamente salgono, ma se conosco gli obiettivi, gli strumenti efficaci posso stare sicuro e operare di conseguenza.

Potrò apportare i giusti aggiustamenti e cosa fare sui mercati finanziari non sarà più un’ansia, e anche se il panico arriverà potrò arginarlo.

Se ho strumenti inefficienti sto perdendo e i guadagni li sto regalando a qualcun altro, tra l’altro in questi giorni stiamo facendo analisi di portafogli gratis quindi se avete dei dubbi, ansie, girateceli e vi diremo tutto.

Secondo punto la pianificazione, investite in base ai vostri obiettivi, al grado di rischio e alla vostra pianificazione, non seguite i mercati.

Mai investire in base al mercato.

So che sembrano frasi fatte, ma è questo l’atteggiamento premiante che, nonostante le perdite, vi mette al sicuro, potrete cogliere opportunità come anche le perdite.

Ribilanciamenti e modifiche del portafoglio sono corrette, ma non scommettete di più, perché è questo che state facendo oggi.

E’ possibile che il mercato scenda o risalga perché magari i contagi aumenteranno.

Se vendete tutto o comprate tutto state scommettendo ed è questo che vi fa perdere e non solo oggi, ma anche in futuro.

Non state investendo nè facendo del bene a voi o ai vostri soldi.

Stesso discorso se fate speculazione, perché anche se fate trading e speculate non state andando a scommettere, ma a speculare secondo una vostra strategia e sistema, e se non l’avete è ora che ve ne dotiate.

Riuscite a gestire la calma? Condividete quest’analisi? Come pensate che evolverà questa situazione?

Danilo Zanni

Caveau-trading

Caveau trading

Inizia ora la tua carriera da trader. Accedi ora ad oltre 27 ore di lezioni gratuite.

Accedi gratis