LE DOJI: COME RICONOSCERE UN PATTERN DI INVERSIONE

In questo nuovo articolo che riguarda le candele giapponesi, voglio spiegarti che cosa sono le Doji.                                   

Ti spiegherò come rilevare il pattern di inversione e come identificarlo sul grafico, come valutarne forza ed importanza e come implementarlo nella tua strategia di trading per migliorarne, in maniera significativa, l’affidabilità.

 

 

CHE COSA SONO LE DOJI

Le Doji sono candele giapponesi dove l’apertura e la chiusura avvengono sullo stesso livello.

Quindi il real body della candela non esiste. Per rispettare tale regola deve essere ammessa un minimo di flessibilità; se c’é una differenza minima tra apertura e chiusura, cioè real body minimo, siamo di fronte a una Doji line.

Nella condizione ideale, candela senza real body,  apertura e chiusura coincidono. 

Le Doji sono candele di incertezza che indicano segnali di cedimento del trend di provenienza.

La formazione di una Doji dopo un up trend é un chiaro segnale di cambiamento dello stesso per cui é bene prestare attenzione ad un possibile pattern di inversione

Le probabilità di essere in presenza di un’inversione al verificarsi di una Doji incrementano se la candela ad essa seguente conferma l’inversione. La candela successiva di conferma deve possibilmente rompere al ribasso il minimo della Doji.

In situazioni di iper comprato e di iper venduto aumentano le possibilità di trovarsi di fronte ad un inversione, così come se il mercato é a ridosso di importanti livelli tecnici (supporti o resistenze rilevanti) oppure in presenza di altri segnali di inversione o esaurimento del trend.

 

 

 

 

COME FARE TRADING CON LE DOJI

É bene analizzare la quantità delle candele formatesi in precedenza.

Se esse sono molteplici, la formazione di una Doji potrebbe significare che il trend é prossimo ad una inversione, se il mercato non ne ha formate molte fino a quel momento, la formazione di una di esse non dovrebbe suggerire un imminente inversione. 

Le Doji sono molto utili nel chiamare i top o i bottom del mercato.

I rialzi del mercato hanno bisogno di tranquillità, la stessa di cui necessitano i tori (i compratori) al momento dell'acquisto. I

l nervosismo fa si che i mercati tendano a scendere o, al più, a non salire.

La Doji che si verifica dopo un up trend, soprattutto se molto prolungato ed in iperestensione, segnala il nervosismo del mercato quindi avverte su un possibile cambiamento del trend che potrebbe trasformarsi in un'inversione.

Le Doji perdono parte del loro valore e funzionano nel chiamare i minimi di un trend ribassista per cui quando si verificano dopo un down trend (movimento ribassista), necessitano maggiormente di successive conferme. 

A livello di denominazione le Doji che si formano durante un up trend vengono chiamate Northern Doji, mentre le Doji che si formano durante un down trend vengono chiamate Outhern Doji.

ECCO LE 3 TIPOLOGIE DI DOJI

Le 3 tipologie di candele giapponesi sono :

  • La Long Legged Doji viene anche chiamata Rickshaw Man, è una Doji che mostra un mercato che ha completato la sua direzione dove nessuno tra orsi e tori riesce ad avere il sopravvento. Si può dire che è una candela che mostra moltissima incertezza e tantissimo nervosismo.
  • La Gravestone Doji, avendo una lunga upper shadow, ha chiaramente implicazioni ribassiste.

I tori non sono riusciti a mantenere il rally del giorno e gli orsi, invece, sono riusciti a prendere il controllo e a riportare il prezzo sui minimi.

I giapponesi considerano questa candela come la rappresentazione della tomba dei tori, morti nel tentativo di difendere il proprio territorio. 

  • La Dragonfly Doji che può essere  rappresentata come l'espressione massima dell'hammer.

Rappresenta la situazione in cui gli orsi hanno perso completamente il controllo del mercato a favore dei tori.

I nomi attribuiti alle tre diverse tipologie derivano da come si formano le shadow di queste candele.

  • La Long Legged Doji quando si ha l'upper shadow e la lower shadow molto lunghe
  • La Gravestone Doji quando non si ha una lower shadow ma si ha una lunghissima upper shadow
  • La Dragonfly Doji quando non si ha una upper shadow ma si ha una lunga lower shadow

 


CORSO SULLE CANDELE GIAPPONESI

ACCEDI ALL'AREA RISERVATA PIU' GRANDE D'ITALIA PER APPROFONDIRE LE TUE CONOSCENZE SULLE CANDELE GIAPPONESI CON UN CORSO COMPLETO


3 TIPOLOGIE DI DOJI: IMPORTANTI DETTAGLI

La Long Legged Doji, quindi una Doji con delle lunghe upper shadow e lower shadow che si formano in prossimità di un supporto, abbiamo anche questo engulfing a conferma e la successiva inversione. 

La Dragonfly Doji che si forma dopo un down trend e genera un'inversione. 

La Gravestone Doji che si forma in prossimità di questa resistenza, lunga lower shadow e minima lower shadow.

Ovviamente bisogna essere leggermente flessibili, poi la ripresa del down trend.

Spero che questo pattern ti sia piaciuto e soprattutto che ti sia utile nella tua strategia di trading. 

 

RIMANIAMO IN CONTATTO

Mi farebbe piacere se mi lasciassi qui sotto un commento o un like in modo da sapere se i contenuti che pubblico sono di tuo gradimento, oppure condividere l'articolo con i tasti qui in basso, con i tuoi amici e colleghi.

 

 

Qui sotto trovi tutti i miei contatti social e se vuoi scrivermi puoi farlo a: info@segnaliditrading.net

Ti auguro buon trading

Alessandro Moretti

 

 


Lascia un commento

    2 replies to "Le Doji: un pattern di inversione"

    • stani

      complimenti chiaro e onesto grazie .

      • Alessandro Moretti

        Grazie 🙂

Leave a Reply

Your email address will not be published.