Investimenti sicuri: Ma esistono veramente?

Investimenti sicuri senza rischio che vi fanno guadagnare non esistono, Punto! Articolo finito…

No scherzo 🙂

Nell’articolo di oggi vi spiego perchè…  

Se vi propongono di investire in qualcosa che vi permetterà di guadagnare al 100%, magari anche cifre importanti, vi stanno mentendo, perchè questo non può esistere.

E voi dovete evitare di cadere in queste trappole.

Quante volte vi è successo di andare alla ricerca di investimenti che possono farvi guadagnare molto senza alcun rischio?

E quante volte siete rimasti fregati?

E’ sempre la stessa storia vero?

Ogni volta che provate a fare l’investimento sicuro, anche se lo avete studiato nei minimi dettagli, anche se siete certi del risultato, succede che improvvisamente qualcosa va storto e finite con il rimetterci un sacco di soldi.

Proprio come ho fatto io circa 10 anni fa quando mi sono bruciato 2 conti da 10.000€ l’uno comprando azioni a caso in leva.

Quello che doveva essere un investimento sicuro, si trasforma sempre in una grandissima perdita.

Così, iniziate a guardarvi intorno e incontrate persone che hanno guadagnato un sacco di soldi. Chi investendo in una cosa chi in un’altra.

Ma ogni volta che seguite un nuovo consiglio, anche da chi vi ha dimostrato di poter guadagnare senza rischi, ecco fatto che finite nuovamente per rimanere delusi e con meno soldi in portafoglio.

Così pensate che sia solo questione di fortuna, e che voi siete solo sfortunati.

Abbandonate quindi gli investimenti, con l’idea che siano solo fuffa, che sia impossibile guadagnare e che siano solo giochi dove conta soltanto la fortuna.

Il tempo di far passare il dolore e la delusione e nel giro di pochi mesi o anni, vi rituffate nella mischia attratti dal nuovissimo investimento miracoloso senza rischi. E così via… finchè non finite i soldi!

Adesso vi faccio vedere dov’è il trucco.

ACCEDI ORA: Vieni a trovarmi nel gruppo Facebook "Professione Trading" dove troverai: analisi titoli azionari, lezioni di trading e strategia.
Oltre a tanti appassionati di mercati finanziari come Te.

Regola n°1 per fare investimenti

Partiamo dalla regola numero 1, la madre di tutte le regole. Senza di questa non potrete mai comprendere davvero a fondo come investire.

A rischio zero equivale rendimento 0.

Anzi a rischio zero equivalgono perdite certe.

Non è possibile avere un rendimento senza rischio. Non si possono neanche accostare le parole investimento e sicurezza.

Investimento sicuro e sicurezza: NON esiste

L’investimento è un’attività con la quale ci si fa carico di un rischio potenziale con lo scopo di ottenere un rendimento atteso nel futuro.

Dato che gli investimenti hanno a che fare con il futuro, e dato che il futuro è incerto per definizione, è impossibile provare a cercare sicurezza in un qualcosa che è di per sé incerto per natura.

Quindi se volete investire dovete essere disposti a prendervi dei rischi; ma se non siete disposti a prendervi dei rischi, va bene lo stesso, semplicemente non potete investire.

Perché a rischio zero corrisponde un rendimento pari a 0.

Anzi, oggi questa relazione è diventata addirittura negativa.

Infatti, possiamo dire che a rischio zero, corrisponde un rendimento addirittura negativo. E ora vi spiego perchè.

Investimento a rischio zero = rendimento negativo

Pensiamo ai titoli di stato tedeschi ad 1 anno, considerati come lo strumento sicuro per eccellenza.

Ad oggi presentano dei rendimenti addirittura negativi. Praticamente sono talmente sicuri che gli investitori sono addirittura disposti a pagare per prestare i soldi alla Germania.

investimenti sicuri

Ma lo stesso succede se decidete di lasciare i vostri risparmi sul conto corrente.

La vostra liquidità sul conto corrente rende zero e dovete considerare il rischio che se disponete di più di 100.000€ presso un’unica banca, potreste anche perderli nel caso in cui la banca dovesse fallire.

Quindi ogni anno, i vostri soldi rimangono sempre gli stessi, ma perdono di potere d’acquisto a causa dell’inflazione. Adesso sapete che non investire, significa accettare di vedere i vostri risparmi svalutarsi di ALMENO il 2% l’anno.

Compreso questo, capirai che quando vi propongono rendimenti stellari, in realtà vi stanno vendendo un rischio interplanetario.

E quindi adesso sarete abbastanza scaltri da rispedirli al mittente, oppure quanto meno avrete l’accortezza di non farci all-in con tutti i vostri risparmi.

ACCEDI ORA: Vieni a trovarmi nel gruppo Facebook "Professione Trading" dove troverai: analisi titoli azionari, lezioni di trading e strategia.
Oltre a tanti appassionati di mercati finanziari come Te.

Regola n°2 per fare investimenti sicuri

Seconda regola che dovete stampare e mettere sul comodino. Da leggere e rileggere ogni volta che vi svegliate la mattina e andate a dormire la sera.

Nessuno di noi può prevedere il futuro, è impossibile farlo!

Se faccio una previsione per il solo gusto di farla non ci sono problemi, ma se faccio una previsione dal cui esito deriva un aumento o una diminuzione del mio capitale allora il discorso cambia radicalmente.

Il capitale è la materia prima di ogni investitore per cui deve essere protetta e difesa il più possibile. Non possiamo permetterci di bruciarlo o comprometterlo irreparabilmente per colpa di una previsione sbagliata.

L’unica contromossa possibile è quella di non mettere mai tutte le nostre uova nello stesso paniere. Dove le uova sono il nostro capitale e il paniere sono gli strumenti finanziari come ad esempio le azioni e le obbligazioni.

Non importa che lavoro fate, non importa per chi lavorate, nessuna previsione può essere certa. Anzi spesso si dice che le previsioni sono proprio fatte per essere smentite.

Se qualcuno avesse la possibilità di fare previsioni certe, oggi lavorerebbe per qualche governo. Non sarebbe sicuramente di fronte a te a venderti l’investimento sicuro di turno.

Pensate alle banche.

Lehman Brothers era una delle banche più grandi del mondo con una disponibilità finanziaria praticamente infinita. Poteva permettersi qualsiasi strumento tecnologico, qualsiasi studioso, qualsiasi fenomeno di turno.

E in effetti aveva letteralmente super mega uffici con migliaia e migliaia di analisti e trader tra i più bravi del mondo che stavano lì con lo scopo di far guadagnare la banca.

Se ci fosse stata anche la minima possibilità di fare delle previsioni certe ed esatte, Lehman brothers non sarebbe mai fallita.

Eppure, fallì miseramente nel lontano 2008.

Quindi, se neanche le banche più grandi del mondo possono permettersi il privilegio di fare previsioni attendibili, come potete pretendere che ci riesca lo sportellista delle poste, della banca, o il vostro amico che lavora con un pc della guerra ed una connessione ad internet scadente?

Suvvia…

Previsioni certe che implicano investimenti sicuri senza non esistono.

Per investire e guadagnare in borsa, dovete quindi accettare il rischio e le perdite.

Queste 2 regole ci guidano direttamente verso una terza.

Regola n°3 per investimenti sicuri

Se per avere dei rendimenti dovete esporvi a dei rischi, allora l’obiettivo sarà quello di evitare tutti quegli investimenti che vi fanno sostenere dei rischi alti in caso di scenari negativi a fronte però di rendimenti minimi in caso di scenari positivi.

Vi faccio un esempio.

investimenti sicuri

Il grafico mostra l’andamento del rendimento del BTP decennale Italiano.

Nell’asse orizzontale trovate il trascorrere dei mesi, mentre nell’asse verticale il rendimento corrispondente a ciascun periodo.

In Italia sono tutti amanti dei BTP.

Chi avesse comprato i titoli di stato italiani con scadenza decennale nel 2017 si sarebbe assicurato un rendimento di poco superiore all’1% annuo.

Supponiamo che nei prossimi 10 anni l’inflazione sarà del 2% l’anno, ciò significa che il povero investitore si sarebbe condannato ad una perdita reale certa di circa l’1% l’anno. (1% di rendimento meno 2% di inflazione). Senza alcuna possibilità di profitto.

O meglio, l’unica possibilità di profitto ci sarebbe se l’inflazione dovesse rimanere inferiore all’1% per i prossimi 10 anni. Direi alquanto difficile dati gli obiettivi della BCE.

investimenti sicuri

investimenti sicuri

Questi 2 grafici mostrano l’andamento dell’inflazione nel tempo. Il primo ci fa vedere l’inflazione negli ultimi mesi, mentre il secondo ce la fa vedere dal 1960 ad oggi.

In questo momento è già tornata all’1,6% e in passato, quando c’era la lira, aveva anche superato il 20%. Fonte Istat.

Quindi l’opportunità è quella di avere una perdita quasi certa.

Voglio essere meno cattivo ed ancora più ottimista. Voglio immaginare un mondo senza inflazione.

L’opportunità in questo caso sarebbe un rendimento dell’1 e poco più percento per 10 anni.

ACCEDI ORA: Vieni a trovarmi nel gruppo Facebook "Professione Trading" dove troverai: analisi titoli azionari, lezioni di trading e strategia.
Oltre a tanti appassionati di mercati finanziari come Te.

Ma i rischi?

Comprando i btp, le persone prestano i loro soldi all’Italia che non gode certo di una situazione finanziaria idilliaca.

investimenti sicuri

Questi 2 grafici mostrano l’andamento del prodotto interno lordo italiano e la crescita del debito pubblico dal 2008 ad oggi.

Il debito pubblico è alle stelle e il prodotto interno lordo stenta a superare lo zero.

Diciamo quindi che non è un soggetto che se la passa molto bene, e abbiamo visto che anche gli stati possono fallire o andare in crisi.

Se l’Italia dovesse andare in default, il rischio per i possessori di BTP sarebbe quello di subire forti perdite dovute a rinegoziazioni del debito.

E’ già successo con grecia e argentina, non sarebbe la prima volta.

E se l’italia invece dovesse risorgere dalle ceneri e diventare la prima potenza mondiale, il rendimento di quei BTP sarebbe comunque sempre lo stesso.

Quindi si stanno esponendo al rischio di grandissime perdite in caso di scenari negativi e a dei piccolissimi rendimenti che rimarranno tali anche negli scenari più rosei.

Questa è una classica situazione dove il rapporto tra rischio ed opportunità è completamente sfavorevole per l’investitore. I rischi dovuti a verificarsi di uno scenario negativo, sono troppo alti rispetto alle possibili opportunità derivanti dal verificarsi di scenari positivi.

Normalmente i BTP vengono considerati dagli italiani come degli investimenti sicuri, ma vediamo come la percezione di questa sicurezza abbia un rischio davvero enorme a fronte di un rendimento incredibilmente limitato. Questo era solo un esempio per farvi comprendere il concetto.

Ma lo stesso è successo con il fondo truffa del Ponzarolo Bernie Madoff in cui sono finiti in trappola migliaia di investitori di tutto il mondo. Banche ed istituzioni comprese.

La truffa del Ponzarolo Bernie Madoff

Il fondo prometteva rendimenti di circa il 10% ogni anno senza rischi. Effettivamente così è stato per 18 lunghissimi anni.

Nel grafico possiamo vedere in rosso l’andamento del valore delle quote del fondo di Madoff e in nero l’andamento del mercato azionario americano.

Vediamo che il fondo di Madoff non ha subito alcuna influenza negativa nella crisi del 2000 e più in generale possiamo dire che riusciva a crescere nel tempo senza oscillazioni.

Tutti contentissimi, fino a quando però, un bel giorno, gli investitori si sono ritrovati azzerati i propri investimenti. Come mai? Per farla breve, Madoff non investiva i soldi che riceveva e falsificava tutti i report.  

Truffa scovata e fondo fallito nel 2009 quando la crisi finanziaria più dura dell’ultimo secolo aveva spaventato gli investitori che quando hanno richiesto i soldi indietro, hanno scoperto che non c’erano più.

La certezza di rendimenti alti, li ha portati verso l’inevitabile perdita di tutto il capitale.

Non importa quanto avevano guadagnato fino a quel momento. Il -100% di qualsiasi cifra fa sempre zero.

E nessuno avrebbe mai venduto prima le quote di quel fondo, perché tutti credevano che sarebbe durata per sempre.

L’unica certezza negli investimenti è che senza rischio, si hanno solo perdite certe. Prima… o poi!

Regola n°4 per investimenti sicuri

Quando incontrate il guru di turno che vi dimostra di aver previsto il futuro, come ad esempio il crollo del mercato del 2008, e millanta di avere delle doti predittive incredibili tenetevi sempre a mente questo esempio.

Se prendi un numero infinito di scimmie e le metti a scrivere al pc, prima o poi, è sicuro che una di loro scriverà la divina commedia. Ora prendi questa scimmia apparentemente straordinaria e pagala per farle scrivere i promessi sposi. Chiaramente non ci riuscirà mai perché quello che ha fatto è dovuto esclusivamente al caso.

Quando trovi il guru di turno, pensa che ci sono infiniti aspiranti guru che ogni giorno cercano di prevedere qualcosa. Ogni tanto ne trovi qualcuno che ti dimostra di esserci riuscito, ma il suo risultato deriva esclusivamente dal caso, perché prevedere il futuro è impossibile. Se lo pagherai per farti dare delle previsioni certe, e magari lo pagherai anche a caro prezzo, sarai destinato a rimanere deluso. I guru non esistono!

Al prossimo articolo

Alessandro Moretti

Quale di questi 4 consigli vi sembra il migliore?

Fatemi sapere qui sotto nei commenti cosa ne pensi e quale di 4 questi 4 consigli vi sembra il migliore. Se vi è piaciuto l’articolo condividetelo con i vostri amici e colleghi appassionati di investimenti con voi 🙂


Lascia un commento

Leave a Reply

Your email address will not be published.