Indice di forza relativa per studiare il trend di mercato

Era tanto tempo che volevo fare un articolo di approfondimento sull’indice di forza relativa per aiutarti a capire come studiare il trend di mercato.

Ma partiamo dalle basi.

Cos’è l’indice di forza relativa?

L’indice di forza relativa non è nient’altro che un rapporto tra 2 strumenti: 1 al numeratore e 1 al denominatore.

In sostanza, la forza relativa, è una semplice equazione.

La forza relativa viene così rappresentata da un valore che, susseguendosi giorno dopo giorno, crea una linea.

Una linea che oscilla illimitatamente sopra e sotto lo zero, ma che cosa ti dice questa linea?

Quando sta crescendo mostra che lo strumento al numeratore sta facendo meglio dello strumento al denominatore, viceversa quando decresce significa che lo strumento al denominatore sta facendo meglio di quello al numeratore.

La forza relativa, dunque, è un paragone tra 2 strumenti grazie al quale è possibile confrontare uno specifico strumento finanziario (es. un titolo) in relazione al suo mercato di riferimento (es. Eurostoxx).

Con la forza relativa puoi confrontare uno specifico settore contro il suo mercato di riferimento, così facendo puoi subito vedere se uno strumento sta sovra perfomando il suo mercato di riferimento o se lo sta sotto performando.

Il presupposto di base è che quando uno strumento sta sovra performando il suo mercato di riferimento è più probabile che continui a sovraperformarlo piuttosto che il contrario.

L’andamento della linea di forza relativa può essere analizzata allo stesso modo con cui analizzi i prezzi, ovverosia puoi tracciare delle trendline per capirne il trend con relative rotture della stessa.

Come usare l’indice di forza relativa nella tua strategia di trading

Per farti capire meglio come si usa l’indice di forza relativa (che io stesso per primo uso nella mia strategia di trading per capire la forza di un titolo rispetto al suo mercato di riferimento) ti lascio qui sotto un webinar gratuito dove vado a spiegarti anche e soprattutto con esempi grafici l’utilizzo di questo strumento.

Sono sempre stato convinto che un esempio vale più di mille parole tecniche, per cui ti auguro buona visione e se hai domande sull’utilizzo della forza relativa non esitare a scriverle qui sotto nei commenti.

 

Ti auguro Buon Trading

Alessandro Moretti

 

TU, CHE STRUMENTO USI PER ANALIZZARE IL TREND?

 

Mi farebbe piacere se mi lasciassi qui sotto un commento o un like in modo da sapere se i contenuti che pubblico sono di tuo gradimento, oppure condividere l’articolo con i tasti qui in basso, con i tuoi amici e colleghi.

Qui sotto trovi tutti i miei contatti social e se vuoi scrivermi puoi farlo a: info@segnaliditrading.net

 

 


Lascia un commento

    2 replies to "Indice di Forza Relativa e Studio Del Trend"

    • silvia.cottino@gmail.com

      Ciao Alessandro,
      ho un dubbio che vorrei sottoporti.

      Cercando di capire meglio l’indice di forza relativa ho fato alcune prove su Tradingview.
      Ho provato ad usare l’indice “Relative Strength Index ma ho scoperto che si tratta di un’altra cosa.
      Viene definito come un oscillatore che si basa sul momentum, utilizzato per misurare la velocità e la forza con cui il prezzo si muove.
      La formula con cui viene calcolato è:
      RSI = 100 – 100/ (1 + RS)
      RS = Average Gain / Average Loss
      Quello di cui parli tu, forse somiglia di più a quello che qui viene definito Spread Chart, è possibile?
      Sono io che non ho capito qualche cosa?

      Grazie 🙂

    • Alessandro Moretti

      Ciao Silvia,
      quello che dici te è l’indicatore RSI che non c’entra nulla con la forza relativa intesa come confronto tra 2 strumenti. L’RSI confronta un titolo solo con se stesso. Su Tradingview non esiste l’indicatore di forza relativa che usiamo sulla prorealtime. Ho visto che ce ne sono alcuni creati da utenti, ma mi sembra che non ci puoi cambiare l’indice o il titolo di confronto.
      Se hai altre domande sono a disposizione.
      Buona giornata,
      Alessandro.

Leave a Reply

Your email address will not be published.