Broker's battle: La guida definitiva per scegliere il broker
menù

FedEx: Analisi di mercato

11 Febbraio 2020

Federal Express, più nota come FedEx, è una società di trasporto espresso fondata nel 1971 da Frederick Smith a Memphis.

Nata dalla tesi di laurea dello stesso Smith il quale voleva dimostrare di aver progettato un sistema aereo di consegne molto più efficiente delle poste americane dell’epoca.

Nel 2007 e nel 2008, secondo la rivista Air Transport World, è stata la più grande compagnia aerea del mondo in termini di tonnellate per chilometro trasportate.

La sua flotta aerea comprende 657 aeromobili nel mondo intero ed è la terza flotta mondiale per numero dopo Delta ed American Airlines.

Nell’aprile 2015, FedEx raggiunge un accordo con TNT Express per l’acquisizione della società olandese sulla base di un valore di 4,4 miliardi di euro. L’operazione viene conclusa nella prima parte del 2016

Dal 1978 è quotata alla borsa di New York.

FedEx: 100% in 10 anni 

In 10 anni Fedex è riuscita a raddoppiare le sue entrate, passando da 35,5 miliardi di dollari a circa 70.

FedEx

Il forte aumento, avvenuto nel 2017 è sicuramente dovuto all’acquisto della rivale TNT che ha portato nelle casse del colosso statunitense il suo fatturato.

Ma quanti pacchi al giorno vengono sposati dai Big delle consegne?

Nel 2019, i pacchi medi consegnati quotidianamente da FedEx Express ammontavano a 6,2 milioni di pacchi.

Il mercato globale dei corrieri espressi  ha raddoppiato le sue dimensioni tra il 2009 e il 2018 e nel 2019 dovrebbe valere oltre 330 miliardi di dollari USA.

Il più grande mercato in termini di entrate è stato l’Asia-Pacifico raggiungendo i 200 miliardi di euro di entrate entro il 2025.

 andamento futuro

FedEx, leader mondiale dell’Express delivery

Con il suo fatturato stratosferico FedEx si piazza al primo posto tra le aziende di trasporto merci nel 2018.

I suoi concorrenti principali non sono però molto distanti, soprattutto  la sorella americana UPS con la quale da sempre si contende il primato che, coi suoi 61 miliardi di dollari di fatturato si piazza subito dietro.

leader FedEx

Grandi numeri non sempre combaciano con grandi performance

Se da un lato l’azienda americana ha dimostrato di incrementare costantemente da 10 anni le entrate, questo non significa che i ricavi netti facciano altrettanto.

Nel 2012 per esempio Fedex è stata in negativo di ben 220 milioni di dollari e, anche nell’ultimo anno fiscale gli utili sono stati il secondo peggior risultato degli ultimi 10 anni con un calo drastico del -88,5% rispetto all’anno precedente.

anno precedente

A questo va a sommarsi un ROE praticamente a zero e ben al di sotto dell’industria di riferimento.

roe

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo: il gruppo di trading e investimenti più grande d’Italia con 7 analisti e trader pronti ad aiutarti.

Analisi tecnica di FedEx

A livello di analisi tecnica i grandi numeri del colosso americano sono tutti in negativo.

Con una volatilità più alta del mercato FedEx ha performato decisamente male negli anni.

-18,5% in 3 anni e -15% l’ultimo anno con un settore più positivo ed un mercato nettamente superiore.

shareholders revenue

Forza relativa in picchiata dalla primavera del 2018 rispetto all’indice di riferimento rispecchiano un titolo azionario debole.

forza relativa di FedEx

Trend di breve decisamente ribassista e titolo molto volatile con aperture in Gap Down anche del -10% tra una seduta e l’altra.

gap down FedEx

Anche sul lungo periodo il trend è fortemente ribassista ed il titolo è già rimbalzato due volte sull’area di supporto corrispondente ai minimi di dicembre 2015 / giugno 2016 area 145.

Visto dunque la posizione prestigiosa indiscussa che ricopre FedEx nel suo settore ed analizzato le performance decisamente deludenti del titolo, pensi sia positivo investire sull’azienda in vista di un risollevamento dettato dai suoi numeri o meglio starne alla larga fino a prova contraria?

Fammi sapere cosa ne pensi motivandolo nei commenti.

Scopri il video corso Check-up del portafoglio per imparare in 5 semplici passi come migliorare il tuo portafoglio di investimento e liberarti da quelle azioni “tossiche” che sono in perdita.

Davide Cassaghi

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento