Come diventare trader

Ecco i 3 ostacoli che tutti i trader di successo hanno affrontato nella loro carriera e se, sei un Trader alle prime armi, oppure semplicemente un appassionato che vuole iniziare questo percorso, dovrai sicuramente affrontare quelli che saranno i primi ostacoli che troverai di fronte alla tua strada verso il trading.

Saperli riconoscere è fondamentale perché quando te li troverai di fronte se li conosci saprai come superarli.

Quali sono questi 3 ostacoli?

Il primo ostacolo è sicuramente il tempo e l’energia.

Il tempo è fondamentale!

Come dico sempre viene fatto passare spesso, per attirare nuove persone, il messaggio che il Trading è semplice e che puoi fare Trading lavorando un minuto al giorno oppure in poco tempo puoi diventare profittevole.

In realtà fare Trading significa studiare, fare i corsi e fare pratica.

 

Cosa vuol dire fare il trader?

Sappi che fare il Trader è un’attività che impegna tantissimo tempo, per cui le persone, quando iniziano a fare Trading, traviate dalle pubblicità ingannevoli, pensano di poter far Trading partendo da zero, imparando magari quattro indicatori, due regoline e stanno lì che dicono:” Ok con mezz’ora al giorno divento milionario

Assolutamente no!

Ma ti sembra che se fosse così semplice non lo farebbero tutti?

Se fosse così semplice saremmo tutti stra milionari.

E invece ricordati che solo il 5% dei Trader è profittevole gli altri vengono divorati dai mercati.

Il tempo nel trading

Quindi fare il Trader oltre che impiegare tanto tempo, impiega anche tanta energia, perché devi studiare, applicare, non devi perdere la calma, devi tenere a bada le emozioni, quindi anche a livello energetico il trading impegna tantissimo.

Questo è il primo vero ostacolo che incontra quel Trader, o aspirante tale, che accecato dal marketing illusorio, che spacciano la figura del Trader come quella persona che sta sdraiato in spiaggia sotto al sole ed in 5 minuti fa milioni di dollari.

 

Non diventi trader imparando 4 regoline, 2 indicatori che ti dicono di comprare a x e vendere a y.

Diventi Trader con anni di studi che si trasformano in pratica.

Solo con la pratica, lo studio e la disciplina puoi iniziare a pensare di diventare un Trader.

Ma la disciplina e la costanza non la devi avere per la prima settimana perché il giocattolo è nuovo, la devi avere per mesi ed anni, e soprattutto non devi mollare tutto, quando ti capiterà (perché ti capiterà), nel momento in cui i mercati ti lanceranno di quelle sberle assurde.

Ed è li che ti renderai conto di doverti applicare di più, di non mollare e di impegnarti a capire veramente dove hai sbagliato.

Se avrai questa stoffa allora potrai considerarti un vero Trader.

E ricorda che se vuoi diventare un vero Trader dovrai fare sacrifici, dovrai rinunciare a qualche birra con amici, a qualche festa, anziché di uscire alle 10 di sera uscirai a mezzanotte perché dovrai seguire i mercati.

I mercati non si fermano perché tu devi uscire con gli amici, i mercati proseguono sia con la tua presenza sia senza.

Ma se vuoi imparare seriamente a diventare un Trader, allora dovrai sottrarre del tempo a hobby, amici e quant’altro per dedicarlo al trading.

Preferisci dedicare del tempo ad un’attività come il trading che potrebbe farti diventare libero finanziariamente oppure preferisci spendere ogni settimana quei 30€ per una pizza e birra con amici?

Rifletti…

 

GRUPPO FACEBOOK

Vieni a trovarmi nel gruppo Facebook "Professione Trading" dove troverai: analisi titoli azionari, lezioni di trading e strategia.
Oltre a tanti appassionati di mercati finanziari come Te.

ACCEDI ORA A Professione Trading

 

Il secondo ostacolo per diventare trader

E con questo ti ho mostrato il secondo ostacolo del trading, ovverosia avere il coraggio di sottrarre del tempo a ciò che ti piace per dedicarlo al trading.

Rispondimi sinceramente :

 

Sei in grado di sottrarre del tempo al calcetto, per esempio, e dedicarlo allo studio del trading?
Saresti in grado di rinunciare alla tv alla sera per studiare trading?

Non devi rispondere si per fare piacere a me, devi rispondere con onestà a te stesso!

Credimi che sarà difficile dire di no ad una birra, ad un aperitivo, ad una cena per stare a casa a studiare trading.

Te lo dico per esperienza: sai che rabbia e che frustrazione che provavo quando agli inizi dicevo no ai miei amici per stare chiuso in casa a studiare trading?

Ma...

Ma adesso ne è valsa la pena e se tornassi indietro direi altri 10 mila no!

Il terzo ostacolo per diventare trader

Il terzo ostacolo?

Pensare di iniziare a fare trading con € 1000 (se va bene) e pensare il giorno dopo di avere la Ferrari in garage assumendosi rischi assurdi.

La maggior parte delle persone vuole tutto e subito, e la fretta, come nella vita, ma soprattutto nel trading è quella che ti porta ad avere 0 in un battito di ciglia.

 

Devi avere una strategia, un piano di trading, un money management e col tempo incrementare il capitale.

Incrementare il capitale nel medio e lungo termine con una solida strategia, non incrementarlo in 24 ore con un rischio a mille.

Questa è una scommessa non fare trading.

Devi continuare a studiare

Soprattutto nel trading non si smette mai di imparare.

Molti mi dicono “Ale ma tu oramai sei diventato trader professionista ma chi te lo fa fare di continuare a studiare e guardare i grafici?

Io dovrei smettere di studiare?

Ma neanche morto!

Nel trading non devi mai smettere di approfondire e di esercitarti a studiare sempre meglio i grafici di borsa.

Io a distanza di 10 anni tutte le sere guardo le chiusure dei mercati, poi mi leggo qualche pagina di un libro di trading.

Cerco di tenere la mente sempre aperta a nuovi input che potrebbero essere di aiuto a me ed ai miei clienti.

Se smetti di imparare sei una persona finita non solo nel trading ma nella vita in generale.

 

 

Le emozioni nel trading

Le emozioni, nel trading, le sai gestire?

Finchè si parla di teoria va tutto bene, ma sai quando arriva la vera grande difficoltà?

Quando inizi a vedere i tuoi soldi reali che oscillano nel tuo conto di trading.

Appena vedi che stai perdendo qualche euro in più del solito iniziano le vere difficoltà, inizi a fare le prime cavolate.

Lo sai perché molti si limitano a fare gli analisti tecnici e lavorano per persone terze?

Perché sono bravissimi a fare le analisi tecniche, sono bravissimi ad investire i soldi degli altri.

Ma se provi a fargli investire il proprio capitale con le stesse ottime analisi tecniche che hanno fatto vanno letteralmente in panico e non sanno più cosa fare.

Capisci quando ti dico che le emozioni giocano un ruolo importantissimo nel trading?

Il trader è colui che mette il proprio capitale e se lo gestisce da solo perché sa tenere a bada le proprie emozioni.

L’analista tecnico fa la stessa cosa del trader ma con soldi di altri, perché con i propri andrebbe in panico.

Come dice il più grande investitore al mondo, Warren Buffet, "Nel trading ci vuole pazienza".

 

FAMMI SAPERE SE TI E' STATO UTILE

Mi farebbe piacere se mi lasciassi qui sotto un commento o un like in modo da sapere se i contenuti che pubblico sono di tuo gradimento, oppure condividere l'articolo con i tasti qui in basso, con i tuoi amici e colleghi.

Qui sotto trovi tutti i miei contatti social e se vuoi scrivermi puoi farlo a: info@segnaliditrading.net

Ti auguro buon trading

Alessandro Moretti

Accedi ora all'Area Riservata Gratuita!

Oltre 20 ore di corsi approfonditi, diario di trading e tanto altro. La community sul trading più grande d’Italia.

privacy 100% sicuro, non condivideremo MAI i tuoi dati


Lascia un commento

Leave a Reply

Your email address will not be published.