Accedi a Stock Selector e crea il tuo portafoglio azionario anti-crisi
menù

Coronavirus: l’effetto sui mercati finanziari

17 Marzo 2020

Sulla bocca di tutti, su tutti i siti e le testate online, probabilmente anche le testate cartacee se potessimo uscire, ma qual è l’effetto del Coronavirus sui mercati finanziari?

Secondo uno studio fatto su 750mila società di capitale dal Cerved (azienda che valuta la solvibilità ed il merito creditizio delle imprese), le imprese italiane potrebbero perdere tra i 270 e i 650 miliardi di fatturato nel biennio 2020-21 a causa della diffusione del Coronavirus e definendo questa epidemia:

il più importante shock che ha colpito il nostro sistema economico nel dopoguerra.

La forbice tra i due valori,ovvero 270 e 650 miliardi di fatturato varierà in base alla durata dell’epidemia.

Chi subirà più contraccolpi sarà il settore ricettivo e quello dell’automotive.

Sono stati disegnati due scenari:

  •  uno scenario base, secondo il quale l’emergenza terminerebbe a maggio 2020 e sarebbero necessari due mesi per tornare alla normalità e,
  •  un secondo scenario pessimistico, che prevede la durata dell’epidemia fino alla fine del 2020, sei mesi per tornare alla normalità e un completo isolamento dell’economia italiana.

I dati alla mano sull’epidemia di Coronavirus

I decessi sono aumentati di 349 unità in 24 ore. 23.073 le persone attualmente infette, 2.749 le persone guarite e più di 2.000 morti. Inoltre 1.800 sono tuttora in terapia intensiva.

Al 16 marzo è stato registrato un totale di 27.980 casi di coronavirus, in crescita di 3.233 casi rispetto alla giornata precedente (+13,1%). Questo è  l’ultimo bilancio comunicato dal capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli.

coronavirus mercati finanziari

I nuovi positivi a questa data sono 2.420: anche se mancano i dati della Puglia e della provincia di Trento, si può parlare di trend in ribasso”, ha detto Borrelli.

incremento giornaliero

In tre giorni atteso un calo della crescita

A breve ormai dovremmo raccogliere i frutti delle misure di contenimento messe in atto.

“Oggi siamo a 5 giorni dall’introduzione del decreto e, se il valor medio del tempo tra l’insorgenza dei sintomi e la diagnosi è 2-4 giorni e l’introduzione delle misure restrittive sulla mobilità sono efficaci per la riduzione del rischio di contagio, ci aspettiamo di osservare una significativa riduzione del tasso di crescita tra circa tre giorni”.

Questa è la conclusione a cui è giunto uno studio dell’Istituto per le applicazioni del calcolo del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Iac) su una previsione della diffusione del Coronavirus.

In Lombardia, per esempio, la seppur piccola riduzione del tasso di crescita della frazione dei contagiati osservati relativa ai giorni 12-13 Marzo, 13-14 Marzo e 14-15 Marzo ci fa ben sperare per la permanenza di questo trend anche nei prossimi giorni.

L’impatto sui mercati finanziari del Coronavirus

Wall Street. Nonostante il taglio dei tassi e gli stimoli monetari il Dow Jones crolla: -13%, peggior seduta dal 1987.

I principali indici americani ( Dow Jones, S&P500 e Nasdaq) hanno perso in un mese circa il 30%.

Una flessione così importante non la si vedeva dalla crisi del 2008 relativa ai mutui subprime.

coronavirus mercati finanziari effetto

Anche l’oro va in affondo sotto 1.500 dollari insieme alle altre commodities come palladio, platino, argento e petrolio.

Il più classico tra i beni rifugio, che si era appena lasciato alle spalle la peggiore settimana da 37 anni ha continuato ad essere bersagliato dalle vendite.

Ha sfondato al ribasso la soglia dei 1.500$ l’oncia per scivolare ancora più giù, sotto1.450$.

Ma questo è niente rispetto a quanto toccato agli altri metalli preziosi, penalizzati dai significativi impieghi industriali.

Il platino è arrivato a perdere il 32%, sprofondando al minimo da 17 anni (569 $/oncia).

L’argento è sceso sotto12$/oncia, accusando perdite intorno al 30%, punte di ribasso anche maggori per il palladio ed il petrolio che in un mese si attestano intorno al -42%.

coronavirus mercati finanziari

I partecipanti al mercato stanno gettando la spugna e cercando l’uscita e, quando tutti cercano l’uscita le vendite sono pesantissime, soprattutto nei mercati più illiquidi.

Il coronavirus non è stata un’influenza anche per i mercati finanziari.

L’arresto della Consob alle posizioni short

L’Autorità europea che vigila sugli intermediari finanziari, Esma, ha deciso per la prima volta dalla sua istituzione (2011) una misura valida per tutte le piazze europee.

Questa introduce un giro di vite sulle comunicazioni relative alle posizioni corte.

E ieri sera la Consob ha sospeso di nuove le vendite allo scoperto su 20 titoli.

Tra cui le maggiori banche, Generali, Fiat, per la seduta di oggi annunciando al contempo nuove misure restrittive eccezionali per la tutela della stabilità finanziaria.

È in arrivo un provvedimento per sospendere le vendite fino a 90 giorni.

Se ti stai chiedendo come investire in questi giorni: qui trovi alcune risposte.

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo: il gruppo di trading e investimenti più grande d’Italia con 7 analisti e trader pronti ad aiutarti.

Gli interventi in Italia per il Coronavirus: dai mercati finanziari all’economia

Un maxi decreto approda oggi in Gazzetta Ufficiale con un’iniezione di sostegno all’economia da circa 25 miliardi per far fronte all’emergenza coronavirus e nello specifico:

  1. sospensione fino al 31 maggio di alcuni pagamenti. Come pagamenti di ritenute, contributi previdenziali e assistenziali e dell’Iva  per le 16 filiere più colpite indicate nel decreto di Marzo.
  2. accesso al Fondo di garanzia gratuito e rafforzato a 1,2 miliardi di Euro, per importi massimi per singola impresa di 1,5 milioni di euro e la possibilità di sospendere i mutui prima casa anche a lavoratori autonomi e professionisti
  3. proroga dei termini di accertamento biennale a favore del Fisco per il periodo d’imposta 2015.
  4. premio” per i lavoratori dipendenti di 100 euro da rapportare al numero di giorni di lavoro svolti nella propria sede di lavoro nel mese di marzo
  5. stop alle ritenute d’acconto fino al 31 marzo per soggetti e professionisti che hanno ricavi compresi fino a 400.000€
  6. Proroga della richiesta di indennizzo per i risparmiatori truffati dalle banche al 18 giugno 2020
  7. Previsti 85 milioni per avviare la didattica a distanza
  8.  I candidati della seconda sessione anno 2019 degli esami di Stato di abilitazione all’esercizio della professione di medicochirurgo, che abbiano già conseguito il giudizio di idoneità nel corso del tirocinio pratico-valutativo, sono abilitati all’esercizio della professione.
  9. Blocco dei licenziamenti avviati dopo il 23 Febbraio 2020 per 60 giorni dalla data del decreto
  10. Indennità di 600€ per lavoratori autonomi ed artigiani o operai agricoli senza lavoro dal 1 Gennaio 2019.
  11. Arresti domiciliari per chi ha da scontare meno di 18 mesi di pena.

Dunque l’Italia in primis ma anche il resto del mondo corre ai ripari per cercare di arginare una situazione “forse” inizialmente troppo sottovalutata.

Se ognuno farà la sua parte sono convinto che riusciremo ad uscire in maniera più rapida per poter far ripartire l’economia mondiale come è sempre accaduto dopo ogni crisi.

Scopri il video corso a Caccia Di Trend per imparare una strategia efficace che in modo semplice e veloce, ti permetterà di individuare e cavalcare le azioni in trend, e ottenere performance strabilianti

Davide Cassaghi

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento