Accedi a Stock Selector e crea il tuo portafoglio azionario anti-crisi
menù

Gli effetti del Coronavirus sull’economia americana

3 Aprile 2020

La pandemia di Coronavirus sta fiancheggiando anche l’economia americana.

Ma quali misure e quanto sta colpendo?

Things to get worse before they get better

È questo un vecchio detto anglo-americano per descrivere la visione di Morgan Stanley sull’attuale momento di economie e mercati in piena emergenza virus.

Ottimismo sul lungo termine dunque ma attesa di un peggioramento sul breve, visti anche i contagi.

coronavirus economia americana

La Federal Reserve ha tagliato i tassi in modo deciso, e la BCE dal canto suo ha messo sul tavolo ampi programmi di acquisto di titoli.

Tuttavia, gli esperti sottolineano che la politica monetaria da sola è uno strumento insufficiente e va pertanto accompagnata da politiche fiscali coordinate e mirate.

Desta tuttavia la preoccupazione il ritardo con cui i governi dei paesi occidentali hanno iniziato a contrastare l’epidemia rispetto a quanto fatto in Asia.

La risposta tardiva e fino ad oggi inadeguata è per Morgan Stanley la più grande debolezza ed è il motivo per cui le iniziative finanziarie non stanno riscuotendo effetti positivi.

Lo scenario di breve termine per l’economia è che continuerà a peggiorare prima di poter migliorare e il cononavirus quindi non salverà neanche l’economia americana.

coronavirus economia americana

Coronavirus effetto domino anche per l’economia americana

Il COVID-19 ha agito da catalizzatore di sviluppi negativi che potrebbero avere effetti a cascata anche sull’economia americana.

Le divergenze tra Russia e Arabia Saudita hanno comportato l’inizio di una ‘guerra dei prezzi’ che è subito sfociata in un crollo delle quotazioni petrolifere.

Ulteriori conseguenze negative riguardano pertanto il potenziale fallimento delle società americane produttrici di petrolio di scisto indebitate, i cui titoli obbligazionari costituiscono il 17% circa degli indici high yield statunitensi.

Un calo dei prezzi energetici potrebbe fungere nel medio termine da notevole stimolo economico.

Ma  saranno necessari diversi mesi prima che questo si verifichi, mentre i contraccolpi negativi si palesano di solito con rapidità.

Indebolimento finanziario di famiglie ed imprese

Gli sviluppi negativi sulla crescita economica riconducibili al COVID-19 vanno ben oltre quest’ambito.

Includono l’ormai assodato shock al settore dei viaggi e del tempo libero, nonché il probabile shock ai consumi globali.

Inoltre, la quantità di azioni in mano alle famiglie aveva recentemente raggiunto livelli relativamente elevati dato il basso rendimento ottenibile dagli strumenti più sicuri per via dei tassi mantenuti bassi dalle banche centrali.

Pertanto, le correzioni del mercato per il coronavirus hanno inciso drasticamente sulla ricchezza delle famiglie e la debolezza dell’economia americana e non.

Dall’altro lato, verranno messi sotto pressione gli utili di società già indebitate.

Ciò comporterà conseguenti tagli dei posti di lavoro e riduzioni degli investimenti, che indeboliranno a loro volta la crescita.

coronavirus economia americana 2

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo: il gruppo di trading e investimenti più grande d’Italia con 7 analisti e trader pronti ad aiutarti.

Trump abbandona l’idea di riaprire l’economia americana a Pasqua causa coronavirus

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annunciato domenica che estenderà le direttive federali sul distanziamento sociale fino al 30 di aprile

Le misure adottate lo scorso 16 marzo, infatti, avevano un termine inizialmente previsto al 31 di marzo.

Prevedevano l’intenzione di riportare il Paese al lavoro per Pasqua.

Il presidente ha abbandonato un simile proponimento.

Ciò alla luce del fatto che modelli di previsione interni lasciano ipotizzare che gli Stati Uniti andranno incontro al peggio dell’epidemia entro un paio di settimane.

Ha altresì aggiunto che attende un inizio di ritorno alla normalità non prima del 1° di giugno.

Quella su Pasqua era soltanto una speranza.

Trump si è interrogato a lungo circa i danni che le misure di distanziamento sociale causeranno all’economia globale.

Il presidente in modo particolare si sarebbe concentrato sul mercato azionario.

Ha chiesto aiuto agli alleati del Partito Repubblicano per valutare se allentare le restrizioni ignorando il parere degli alti funzionari della sanità pubblica.

Alla fine dei 15 giorni decideremo quale via percorrere”, ha twittato domenica notte Trump.

I funzionari federali della sanità pubblica daranno maggiori dettagli martedì.

Secondo voi le cose andranno peggio o già possono migliorare?

Fatemi sapere le vostre idee qui nei commenti.

Scopri il video corso Stop and Go per individuare in modo automatico e preciso, quelle azioni che sono nelle loro fase di equilibrio (stop), pronte per prendere una direzione(go)

Davide Cassaghi

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento