menù

Campari: Analisi di mercato

18 Gennaio 2020

Campari S.p.A. è una società italiana attiva nel settore delle bevande analcoliche ed alcoliche, dove in quest’ultima è leader mondiale.

Il prodotto di punta della società è lo storico Campari.

La società, fondata da Gaspare Campari nel 1860 partì come distilleria, a cui seguì successivamente l’apertura del Caffè Camparino nella galleria Vittorio Emanuele II a Milano.

Gli anni settanta e ottanta vedono una continua espansione della società.

Nel 1982, l’ultima erede della famiglia Campari, Angiola Maria Migliavacca, vende l’ azienda a Erinno Rossi e Domenico Garavoglia che ne diventano i proprietari.

Nel 2001 la società si quota alla borsa di Milano all’indice FTSE MIB.

Un altro italiano a far fortuna in America

Nonostante la storia e l’avvio tutto nazionale ed il grande successo in patria negli anni ’70/’80 ad oggi Campari ricava i maggiori profitti dalle vendite in America.

Con 880 milioni di dollari supera di quasi il doppio le vendite in sud Europa.

campari

Se scaviamo nel dettaglio di queste vendite troviamo che è l’Aperol il prodotto col maggior successo, seguito subito dopo dalla bevanda che porta il nome dell’azienda stessa, ovvero il Campari.

Seguono SKYY Vodka, Wild Turkey, Grand Marnier e tutto il resto del portafoglio.

portafoglio

Gruppo Campari si è classificato al sesto posto nel settore delle bevande a livello mondiale nel 2015.

Un prodotto che cresce di valore del 20% annuo.

Il volume di vendite della punta di diamante dell’azienda è passato da 1,7 milioni di casse da 9 litri nel 2009 agli attuali 4,9 milioni di casse da 9 litri nel 2018, un aumento del 190% in 9 anni ovvero il 20% all’anno circa.

andamento campari

 

Nella top ten dei milionari italiani.

Con un patrimonio netto di 3.5 milioni di dollari, Luca Garavaglia (proprietario di Campari Group) entra di diritto nella Top 10 dei milionari Italiani insieme a persone del calibro di: Ferrero, Berlusconi e Giorgio Armani.

top ten miliardari italiani

Analisi fondamentale di Campari

Con un ROE in linea col settore ed i ricavi in crescita Campari si dimostra sicuramente un’azienda solida.

roe

L’utile netto è leggermente in calo negli ultimi 6 mesi ma rimane decisamente positivo ed in profitto.

reddito

Gli assets della società coprono i debiti sia a lungo che a breve termine.

assets lungo breve

Dunque anche se il debito può apparire alto a prima vista, come si può vedere dall’immagine sottostante è oltresì vero che è ampiamente coperto dagli assets e dagli utili.

Inoltre Campari dispone anche di una discreta liquidità in cassa.

liquidità di cassa

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo: il gruppo di trading e investimenti più grande d’Italia con 7 analisti e trader pronti ad aiutarti.

Analisi tecnica di Campari

Sul lungo periodo Campari si è dimostrata decisamente profittevole.

In 5 anni ha performato il 200% contro il 13 del settore di riferimento ed in 3 anni l’82% anche qui battendo di molto il mercato.

shareholders return

L’ultimo anno è stato un po deludente, il titolo ha fatto solo l’8.4% contro un settore che ha tirato fino al 18.5%.

Una lieve ripresa c’è stata negli ultimi 3 mesi dopo si è portata in linea col mercato.

Una forza relativa in calo da Giugno 2019 mostra subito a colpo d’occhio come il titolo stia facendo peggio del FTSE MIB.

forza relativa campari

Il trend di breve ha appena rotto una fase laterale il 17 di Gennaio con una bella long white candle. Segnale che potrebbe forse portare ad una ripresa del trend rialzista interrotto a Maggio.

campari breve

Per quanto riguarda il lungo periodo, come abbiamo già visto nella tabella soprastante il titolo è ancora in fase rialzista.

campari lungo

Attenzione perché anche se è vero che c’è ancora spazio siamo comunque abbastanza vicini ai massimi storici in area 9,30 dove potrebbe trovare una resistenza.

Visto dunque i buoni fondamentali è l’uscita della fase di consolidamento appena avvenuta, pensi di approfittarne per un‘operazione di breve termine o preferisci essere più prudente ed attendere il comportamento del titolo al raggiungimento della resistenza sui massimi storici?

Fammi sapere come vuoi operare sul titolo nei commenti.

Scopri il video corso Stop and Go per individuare in modo automatico e preciso, quelle azioni che sono nelle loro fase di equilibrio (stop), pronte per prendere una direzione (go)

Davide Cassaghi

 

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento