Numero Verde 800 14 04 04 Lun-Ven 9-19

Come si legge un grafico di trading?

Home»Articoli»Come si legge un grafico di trading?
grafici trading

Sai come si legge un grafico di trading?

Forse no. Ma, anche se sai come si legge, qualcosa potrebbe esserti sfuggito. 

Impariamo allora come leggere un grafico di trading.

Il primo passo: settare la piattaforma

La prima cosa da fare è aprire la piattaforma Tradingview.

Ho scelto questa piattaforma perché la utilizzo quotidianamente nel mio day trading, ma anche per le mie analisi multiday.

È utile per tutti i tipi di operatività. Si tratta, infatti, di una piattaforma molto pratica e comoda perché, fra le altre cose, non è nemmeno necessario scaricarla sul computer. Si può utilizzare completamente via browser oppure come in questo caso è possibile avere a disposizione una piccola applicazione che si installa appunto sul proprio pc compatibile con tutti i sistemi.

Le basi per leggere un grafico di trading: settare assi e time frame

Quando apri la piattaforma per la prima volta, trovi tantissime funzioni. Quali utilizzare di più è una tua scelta.

Tuttavia, ci sono alcune caratteristiche imprescindibili di tutte le piattaforme e ora le vediamo assieme. 

Andiamo a capire quali sono quelle più importanti proprio per la lettura di un grafico di trading.

Concentriamo l’attenzione sugli assi.

Sull’asse delle Y abbiamo i prezzi: possiamo trovarlo sulla destra o sulla sinistra; questo dipende dalla piattaforma. In ogni caso, è completamente personalizzabile.

Ad esempio, se io clicco qua col tasto sinistro possiamo invertire l’asse o addirittura spostarlo appunto da una parte all’altra dello schermo dove ci fa più comodo.

Sull’asse delle X, quello orizzontale, troviamo invece il tempo.

Quindi abbiamo il tempo che si sviluppa da sinistra verso destra in relazione ai prezzi che si muovono dal basso verso l’alto.

grafico trading

Accedi ora al gruppo Facebook. Impara ad investire nel mercato azionario anche se parti da zero.

Come settare le funzioni più importanti per leggere un grafico di trading?

Dopo aver capito come leggere l’evoluzione dei prezzi in funzione del tempo, dovrai settare il time frame e la rappresentazione grafica. Sceglierai quindi sia la rappresentazione sia l’impostazione temporale che intendi dare al tuo grafico.

Queste sono le funzionalità più importanti perché è proprio attraverso queste che decidi in che modo osservare l’andamento dei prezzi di un titolo. 

Per quanto riguarda la cornice temporale sulla quale vuoi studiare i prezzi, puoi trovare diversi time frame come ad esempio il daily, il weekly o il monthly ossia il giornaliero, il settimanale oppure il mensile. 

Se operi intraday, potrai scegliere timeframe inferiori al giornaliero.

In ogni caso, la scelta è totalmente personalizzabile: puoi indicare tu alla piattaforma il tuo timeframe preferito.

In alternativa, puoi anche scegliere un range entro il quale osservare l’evoluzione dei prezzi del titolo.

Un’altra impostazione è la tipologia di rappresentazione grafica dei prezzi.

Nelle immagini puoi vedere un grafico a candele

Ciascuna candela in questo caso rappresenta una giornata borsistica, perché il mio grafico ha un time frame giornaliero.

Una candela rossa indica una giornata negativa, dove il prezzo di apertura è stato superiore rispetto al prezzo di chiusura. 

Al contrario, una giornata positiva, in cui il prezzo di chiusura è stato superiore al prezzo di apertura, è rappresentata da una candela verde.

La lettera “A” in figura indica l’apertura, “C” la chiusura. Massimi e minimi sono rappresentati dagli stoppini delle candele ed indicati rispettivamente con la lettera “M” maiuscola e la lettera “m” minuscola.

grafico a candele Come leggere un grafico di trading settimanale?

Se imposti il tuo time frame sul settimanale, cosa cambia nella lettura del grafico?

Ciascuna candela indica il variare dei prezzi complessivo di un’intera settimana.

Il grafico in basso, ad esempio, è settato su un arco temporale settimanale: i movimenti sono molto meno erratici rispetto al grafico giornaliero visto più su.

timframe settimanale

Impara subito l’analisi tecnica senza sforzo. Scarica gratis le 22 video pillole di analisi tecnica

Come cambia nella lettura di un grafico intraday?

Nell’immagine in basso è rappresentato un time frame di 4 ore: ogni candela cioè indica l’andamento dei prezzi in un arco di tempo di 4 ore.

C’è una grande differenza tra un grafico come questo ed un grafico giornaliero.

grafico trading Su un time frame intraday puoi analizzare i movimenti dei prezzi di tutta la seduta borsistica.

Se ti focalizzi su una candela negativa giornaliera, chiaramente penseresti che il titolo analizzato ha avuto una pessima giornata di contrattazione. In effetti è così, dato che se la candela è rossa significa che la chiusura è avvenuta ad un livello più basso rispetto al prezzo di apertura.

Se però scendi di time frame ed osservi ad esempio il grafico a 4 ore (nell’immagine più in alto) oppure a 2 ore (nel grafico qui di seguito), puoi notare come in realtà durante la giornata c’è stato un movimento interessante. grafico trading intraday

Esistono altre tipologie di rappresentazione grafica?

Finora ti ho mostrato dei grafici tramite le candele giapponesi. Ora vediamo il grafico a barre.

Come si legge un grafico di trading a barra?

La lettura di un grafico a barre è molto simile a quella di un grafico a candele.

Il punto più alto della barra è il massimo, mentre quello più basso è il minimo.

Il trattino alla sinistra della barra indica, invece, il prezzo di apertura, mentre il trattino sulla destra rappresenta il prezzo di chiusura. 

grafico a barre

Su un grafico a barre, i livelli di prezzi che balzano immediatamente all’occhio sono i massimi e i minimi di seduta. I prezzi di apertura sono invece meno importanti. 

Al contrario, su un grafico a candele, i prezzi che immediatamente sono visibili sono proprio i prezzi di apertura e di chiusura, cioè il corpo delle varie candele.

Nel grafico a barre, allora, è poco importante se la seduta è stata positiva o negativa. Quello che conta è avere ben chiari quali sono stati i minimi ed i massimi battuti dal titolo nell’arco di tempo preso in considerazione.

Inizia ora la tua carriera da trader. Accedi ora ad oltre 27 ore di lezioni gratuite.

Altre tipologie di grafici di trading da conoscere 

Un’altra rappresentazione grafica dei prezzi è quella in cui ciascun periodo temporale è rappresentato da candele vuote.

Questo grafico dà una visione molto più pulita e puoi vedere subito in maniera molto chiara quali sono stati i movimenti più importanti.

Più i corpi sono pieni e più il trend è stato forte. Al contrario, più i corpi sono piccolini e più lunghe sono le ombre delle candele e più il trend è stato debole.

candele vuote Un’altra tipologia di grafico di trading è quello a linee. 

Si tratta di una rappresentazione dei prezzi lineare e utile per iniziare ad individuare i movimenti dei prezzi e le figure di inversione, come ad esempio i doppi massimi o i doppi minimi. 

grafico a linee

Nell’immagine qui in basso, invece, puoi vedere il grafico Renko. Questo tipo di rappresentazione dell’andamento dei titoli non tiene in considerazione il tempo, a differenza di tutti i grafici visti prima.

Si tratta, infatti, di un grafico atemporale che dà importanza solo ed esclusivamente al puro movimento del prezzo.

renko

Se studi e sei appassionato di analisi tecnica, potrai scoprire tutti i vantaggi e gli utilizzi di ciascuno di queste rappresentazioni grafiche, come anche altre tipologie di grafici. 

Analisi tecnica

Il corso di Analisi Tecnica

Scopri il corso definitivo di Analisi Tecnica: impara ad analizzare i mercati e creare la tua strategia di trading.

Scopri subito l’offerta

0Commenti

    Lascia un commento