menù

Assicurazioni Generali: Analisi di mercato

23 Gennaio 2020

Assicurazioni Generali è la più grande compagnia italiana di assicurazioni, la terza in Europa dopo Allianz ed AXA.

I suoi mercati principali sono l’Europa occidentale, l’America settentrionale e l’Estremo Oriente.

La compagnia, inizialmente austro-italica fu fondata a Trieste nel 1831.

L’aggettivo “Generali” indicava il fatto che la compagnia si occupasse di ogni ramo assicurativo: marittimo, incendi, vita, grandine.

Fra i primi eventi indennizzati vi fu l’incendio del Teatro La Fenice di Venezia nel 1836, la cui assicurazione presso Generali ne permise la ricostruzione.

Nel 1857 ci fu la prima quotazione presso la borsa di Trieste.

Il gruppo è presente in 65 paesi e ne fanno parte anche: Alleanza, Europe assistance, Genertel, Jeniot e DAS.

Oggi è quotata all’indice FTSE MIB della borsa di Milano.

Assicurazioni Generali, l’indiscussa leader Italiana

Come detto inizialmente Assicurazioni Generali è di gran lunga il più grande gruppo assicurativo in Italia.

Ha registrato un patrimonio netto di circa 24 miliardi di euro, distanziando di ben volte la seconda in classifica Unipol Group.

assicurazioni generali

Uno dei principali attori del settore

Dal 2018, Generali ha registrato premi lordi scritti in tutto il mondo per 46 miliardi di euro nel segmento vita e oltre 20 miliardi di euro nel segmento danni.

Nonostante operi su scala globale, il principale mercato  rimane l’Italia.

I premi del gruppo nei segmenti vita e danni hanno raggiunto un valore di oltre 66 miliardi di euro.

Questa cifra è stata più di quattro volte superiore a quella riportata da Poste Vita, seconda nella classifica con quasi 16 miliardi di euro di premi lordi scritti.

gross premiun generali

Grandi risultati non sono mai opera di un singolo operato

Generali è il  principale datore di lavoro nel settore assicurativo in Italia.

Il gruppo assicurativo impiega un totale di 71.327 persone. Secondo in classifica, ma molto indietro in termini di numero di dipendenti, Unipol Gruppo, che impiega circa 14 mila persone.

number of employees

 

Un dividendo allettante

Con un dividendo del 4,9% ed una storia di pagamenti di oltre dieci anni il titolo attrae sicuramente gli investitori. Non sarebbe dunque una sorpresa scoprire che molti lo acquistano per questo.

Quando si acquistano azioni per i loro dividendi bisognerebbe sempre valutare se ciò é  sostenibile.

Dobbiamo capire se il dividendo di una società è sostenibile, in relazione al suo utile netto al netto delle imposte.

ass generali

Nell’ultimo anno, Assicurazioni Generali ha distribuito il 63% del proprio profitto come dividendi. Questo è un rapporto di pagamento abbastanza normale nella maggior parte delle aziende.

Esaminando l’ultimo decennio dei dividendi dell’azienda possiamo notare instabilità nei pagamenti.

Il dividendo è diminuito di almeno il 20% una o più volte durante questo periodo, è dunque importante valutare se l’utile per azione (EPS) sta crescendo.

eps assicurazioni generali

Gli utili sono cresciuti di circa l’8,0% all’anno negli ultimi cinque anni, più della media di settore. Anche le vendite, soprattutto nell’ultimo anno, hanno visto un incremento rispetto al calo generale del mercato di riferimento.

Con un rapporto di pagamento accettabile dunque ed un aumento dei guadagni Generali potrebbe essere un acquisto accettabile sotto l’aspetto dividendo.

earnings and revenue generali

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo: il gruppo di trading e investimenti più grande d’Italia con 7 analisti e trader pronti ad aiutarti.

Analisi tecnica di Assicurazioni Generali

Dopo una buona spinta partita a luglio 2018 dove il titolo ha sovraperformato l’indice per più di un anno, da dicembre è iniziato un calo della forza relativa e Generali sta facendo peggio del FTSE MIB.

forza relativa

Il trend di breve ha interrotto la spinta rialzista cominciata a metà Agosto e si trova ora in una fase di pausa con consolidamento laterale.

assicurazioni generali breve

Per quanto riguarda il lungo periodo ci troviamo ancora in fase rialzista, con una performance nell’annata 2019 del +30%.

lungo periodo generali assicurazioni

Visto dunque i lauti dividendi, l’importanza dell’azienda a livello nazionale ed Europeo e le performance dell’ultimo periodo pensi di mettere Generali in portafoglio?

Fammi sapere cosa ne pensi motivandolo nei commenti.

Scopri il video corso A Caccia di Dividendi, la strategia in 3 step che ti metterà in grado di selezionare le migliori società che pagano i dividendi più interessanti

Davide Cassaghi

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento