Vuoi imparare l'analisi tecnica senza sforzo? Scarica gratis le 22 video pillole di analisi tecnica
menù

Analisi Tecnica Ferrari

8 Settembre 2020

Prima di procedere con l’analisi tecnica Ferrari bisogna dire che la Scuderia Ferrari con sede a Maranello è una squadra corse italiana di Formula 1 

Fondata da Enzo Ferrari nel 1929, ha vinto 15 volte il titolo piloti e 16 quello costruttori nel campionato mondiale di Formula 1.

Attraverso le sue filiali, progetta, ingegnerizza, produce e vende auto sportive ad alte prestazioni. 

L’azienda offre vetture sportive, GT e serie speciali; hypercar in edizione limitata; Fuori serie, one-off e auto da pista; e le auto Icona.

 Fornisce anche auto da corsa non immatricolate; e ricambi e motori, nonché servizi di assistenza post-vendita, riparazione, manutenzione e restauro per automobili. 

Inoltre, la società concede in licenza il suo marchio Ferrari a diversi produttori e rivenditori di beni di lusso e lifestyle; e Ferrari World, un parco a tema ad Abu Dhabi, negli Emirati Arabi Uniti. 

Al 31 dicembre 2019, aveva un totale di 44 negozi al dettaglio, inclusi 24 negozi in franchising e 20 negozi di proprietà. 

L’azienda vende i propri prodotti anche attraverso una rete di 166 rivenditori autorizzati che operano 187 punti vendita in tutto il mondo, nonché attraverso il proprio sito web store.ferrari.com.

Il titolo Ferrari è quotato sia alla borsa italiana che a quella americana.

Analisi Tecnica Ferrari: dimensione aziendale

Con una capitalizzazione di mercato  pari a  29,7 miliardi di euro la casa automobilistica italiana Ferrari  ha raggiunto il suo picco  alla Borsa di Milano, passando circa 17,5 miliardi di euro nel luglio 2017 agli attuali di gennaio 2020.

Il principale mercato di vendita per Ferrari sono la Germania ed il Regno Unito  dove quasi 4.900 auto sono state consegnate a clienti in Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) nel 2019.

Questa cifra si confronta con circa 4.230 unità un anno prima.

Le spedizioni di auto dell’azienda sono aumentate del 9,5% su base annua per raggiungere le 10.131 unità nel 2019.

La domanda è stata trainata dalla regione EMEA (Europa, Medio Oriente e Africa), che ha rappresentato quasi il 50% delle vendite.

 I clienti nel Regno Unito e in Germania hanno acquistato più di 2.000 veicoli nel 2019, rispetto ai 1.784 dell’anno precedente. 

La domanda nei mercati americani è rimasta forte a 2.900 veicoli, nonostante un calo di circa il 3,3% anno su anno.

Nel 2019, Ferrari aveva un totale di 4.285 dipendenti a libro paga.

Il produttore italiano di auto sportive di lusso impiegava 123 persone a livello dirigenziale, quasi 2.000 quadri intermedi e circa 2.180 lavoratori.

Ferrari continua inoltre ad investire in ricerca e sviluppo per poter offrire continuamente prodotti migliori ai propri clienti. 

Nel 2019 ha investito poco meno di 700 milioni di euro in attività di ricerca e sviluppo.

Analisi Tecnica Ferrari: Il bilancio

L’utile base della Ferrari per azione (ordinaria) è ammontato a 3,73 euro nel 2019. 

Gli azionisti del produttore italiano di auto sportive di lusso hanno approvato un dividendo di 1,03 euro per azione.

Le entrate nette globali della Ferrari sono aumentate del 10% tra gli anni fiscali 2018 e 2019. 

La casa automobilistica di lusso di Maranello ha generato circa 3,77 miliardi di euro di entrate nette nel 2019.

L’andamento del titolo azionario

A livello di performance azionaria le azioni Ferrari sono in profitto ma rispetto al settore di riferimento rimangono parecchio indietro.

Negli ultimi 3 anni il prezzo delle azioni Ferrari è aumentato del 74% contro però un rialzo del 150% del suo settore.

 

Rispetto all’indice di riferimento e quindi al mercato, le azioni Ferrari si mostrano più performanti e positive.

La forza relativa è decisamente crescente confrontata con l’indice italiano FTSE Mib.

Il trend di breve del titolo Ferrari è rialzista e molto vicino ai suoi massimi storici di area 167,70.

Anche sul lungo periodo le azioni Ferrari rimangono improntate al rialzo come si può vedere dall’ultimo anno e mezzo in avanti.

Visto dunque la storia della casa automobilistica, l’aumento delle vendite e del fatturato come azienda la fase rialzista delle azioni Ferrari pensi sia una buona idea investire in questo titolo o meglio concentrarsi su un’azienda che riesce a sovraperformare anche il proprio settore?

Fammi sapere cosa ne pensi motivandolo nei commenti

Davide Cassaghi

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento