menù

5 peggiori titoli finanziari del 2019

4 Novembre 2019

Quali sono stati i 5 peggiori titoli finanziari del 2019? Chi ha conquistato il podio del peggiore titolo finanziario?

Siamo quasi a chiusura d’anno, manca un solo trimestre e molte delle trimestrali sono state pubblicate. 

Sebbene nei mercati la volatilità e l’imprevedibilità sono la costante, cerchiamo di capire quali sono stati i 5 peggiori titoli finanziari italiani del 2019.

Di certo attribuire la maglia nera ad uno piuttosto che ad un altro non significa che in assoluto quel titolo sia destinato alla perdita, ma scopriamo chi ha fatto peggio nell’anno quasi giunto a conclusione.

In generale l’intero indice STOXX Banks EUR Price (SX7E) da inizio anno ha avuto una variazione in negativo con un -3,86%.

Qui in basso il grafico dell’indice nell’ultimo anno.

5 peggiori finanziari 2019In un clima di sfiducia vediamo però chi ha fatto peggio tra gli italiani. 

Tranquilli, non è tutto perduto una piccola speranza c’è.

Infatti, il FTSE Italia All Share Banks (FTIT8300) da inizio anno, dati di Borsa Italiana, ha segnato il +8,33%. In basso il grafico dell’andamento dell’indice nell’ultimo anno.

5 peggiori finanziari 2019

ACCEDI ORA al gruppo Facebook Io Investo dove troverai ogni giorno video analisi dei titoli azionari, rubriche di approfondimento, supporto e assistenza da ben 4 analisti tecnici per l’analisi dei titoli che hai in portafoglio.

5 peggiori titoli finanziari del 2019: la classifica

La scrematura per scegliere quale tra tutti i titoli quotati a Piazza Affari sono stati i più negativi è stata svolta selezionando alcuni criteri. 

I principi che hanno condotto l’analisi sono i medesimi utilizzati per trovare il migliore titolo.

Abbiamo selezionato tutti i titoli quotati sulla Borsa di Milano e scremati poi per categoria selezionando solamente titoli finanziari.

Abbiamo scelto i 5 peggiori titoli finanziari del 2019 in base alle performance più negative riportate in due o più criteri di questi riportati in basso:

  • capitalizzazione
  • dividendi
  • YTD
  • Rendimento % dei dividendi

Nel momento in cui si sono presentati possibili pareggi abbiamo approfondito l’analisi verificando EPS e Price Earning Ratio.

Siete curiosi di scoprire quali sono i 5 peggiori titoli finanziari italiani?

Digital Magics (DMG)

Digital Magics è forse ancora relativamente giovane.

Quotata dal 2013 è un incubatore di società

Mira ad aiutare le start up a sviluppare progetti di successo, dall’ideazione fino all’IPO, e si affianca alle imprese italiane d’eccellenza con progetti strategici e servizi per la trasformazione digitale. 

Ciò che ha fatto entrare l’incubatore nella nostra classifica è che ha recentemente perso posizioni, perdendo quanto aveva guadagnato nel 2018. 

Nel 2018 era quotata a 6,5€ mentre adesso ha una quotazione di 5,6€.

Tutto è rappresentato nel grafico rappresentato in basso.

Tanto è vero che il suo YTD, il rendimento ad un anno, è in ribasso al -9,66%.

Ad oggi infatti ha una capitalizzazione di 42,95 milioni, uno dei più bassi. 

La bassa capitalizzazione non sarebbe un problema se non avesse un dividendo tra i più bassi e pari a 0,05 il terzo peggiore per essere precisi.

Un rendimento percentuale peggiore dei dividendi tra tutti i titoli del comparto e pari allo 0,86% e il price earning ra peggiore di tutto il settore di 65,12. Meno peggio l’EPS uguale a 0,09%.

Di certo dall’incubatore di Buzzoole ed Eggup se pure figura agli ultimi posti sappiamo ci aspettiamo che recuperi.

Capitalizzazione di mercato: 42,95 M YTD: -9,66%
Dividendo: 0,05 %Rendimenti da dividendo: 0,86%

5 peggiori finanziari 2019
Banca Profilo (PROM)

Banca Profilo è un istituto privato specializzato in Private Banking, Investment Banking e Capital Markets. 

L’istituto nasce nel 1988 come Società Finanziaria, si trasforma in Società di Intermediazione Mobiliare nel 1992 per poi diventare ufficialmente una Banca nel 1995. 

Al momento la Banca ha una capitalizzazione pari 105,81M di euro, la quinta più bassa tra tutti i titoli finanziari quotati.

Le hanno fatto guadagnare il posto in classifica un insieme di elementi quali un ridotto price earning ratio il secondo più basso e pari a 37,8. 

Il rendimento ad un anno, YTD, ha segnato il valore negativo di -11,14 e con dividendi ed EPS pari a zero.

Siamo veramente curiosi di vedere il futuro di questa banca che dal 3 luglio 2019 ha iniziato l’acquisto di azioni proprie, operazione che può aver influenzato sull’andamento del titolo.

Nel grafico in basso l’andamento ad un anno del titolo che oggi è quotato a 0,15 cent di euro.

Capitalizzazione di mercato: 105,81 M YTD: -11,14%
Dividendo: 0 %Rendimenti da dividendo: 1,88%

5 peggiori finanziari 2019

Equita SIM Spa (EQUI)

Equita SIM nasce nel 1973 come merchant bank e con il nome di Euroimmobiliare.

Oltre 45 anni di esperienza molti dei quali affiancando banche commerciali e stringendo interessanti partnership istituzionali.

Nel 2015 una grande ristrutturazione conclusa solo due anni fa le permettono di diventare una investment bank indipendente che è oggi al servizio di imprese italiane e investitori istituzionali.

Equita è una realtà molto attenta alla trasparenza e alle best practice e alla valorizzazione del personale.

E’ presente nella nostra classifica a causa di un anno abbastanza negativo che non mina la sua professionalità e sicurezza proprio per questo è agli ultimi posti dei titoli peggiori. 

La sua trasparenza e professionalità l’hanno premiata e ci fanno ben sperare che il titolo presto si riprenderà e che l’andamento negativo è legato anche al ruolo impegnativo che ricopre.

Ad oggi Equita ha una capitalizzazione pari a 11,81M di euro.

Sebbene il rendimento percentuale da dividendi è stato dell’8,80% come possiamo vedere in realtà il dividendo è stato molto basso per un totale di 0,22 e un EPS di 0,15, meno negativo il Price Earning Ratio (16,69).

Ciò che pesa è un rendimento sull’anno YTD negativo, il secondo peggiore tra tutti i finanziari, che ha segnato il -24,07%.

Nel 2018 Equita Sim era scambiata a 3,5 euro oggi una sua azione vale 2,50.

Il titolo come appare dal grafico in basso, riassuntivo dell’andamento ad un anno, evidenzia un brusco calo a maggio 2019 da cui ancora non si è ripresa.

Capitalizzazione di mercato: 11,81 M YTD: -24,07%
Dividendo: 0,22 %Rendimenti da dividendo: 8,80%


Banca Popolare di Sondrio (BPSI)

Nata nel 1871 la Banca Popolare di Sondrio negli ultimi anni ha sofferto molto a causa delle crisi e soprattutto dei molti crediti deteriorati presenti al suo interno. 

Proprio a causa dei crediti deteriorati l’istituto ha ottenuto il fermo dalla BCE nell’acquisizione di CariCento, con l’ammonizione che prima di procedere avrebbe dovuto pulire il proprio bilancio. 

La Popolare di Sondrio di conseguenza ad ottobre 2019 ha messo in vendita Npl per il valore di addirittura 1,5 miliardi di euro la cui cartolarizzazione è stata vinta da Prelios credit servicing.

La banca ha una capitalizzazione di 805,21 M di euro.

I dividendi sono stati pari allo 0,05 il terzo peggior risultato dopo Banca Profilo e Finnat.

Il rendimento percentuale dei dividendi è stato un tantino migliore rispetto ad altri e pari a 2,82%

La variazione su un anno è diminuita del -36,39 e di conseguenza ha registrato l’YTD peggiore tra tutti i titoli finanziari del valore di addirittura -32,52% 

Dai 2,7 euro a cui era quotato nel 2018 è passato ad essere scambiato nell’ultimo mese a 1,7 euro.

Come si vede dal grafico che presenta l’intero andamento annuale del titolo ha subito una brusca caduta ad agosto in concomitanza con la decisione della BCE quando ha toccato il minimo di 1,5 euro.

Capitalizzazione di mercato: 805,21 M YTD: -32,52%
Dividendo: 0,05 %Rendimenti da dividendo: 2,82%

Trasformati in un vero trader con il percorso da 0 a finalmente Trader, senza commettere quei terribili (e costosi!) errori che io stesso ho commesso 10 anni fa!

Banca Finnat Euroamerica Spa (BFE)

Banca Finnat Euroamerica Spa ha oltre 100 anni di esperienza nel settore finanziario.

Originariamente nel 1898 era uno Studio Professionale di Agenti di Cambio ed evolversi forte dei suoi risultati come Finanziaria e Commissionaria di Borsa. 

Si quota nel centesimo anno della sua esistenza nel 1998, ormai vent’anni fa, sul segmento Star di Borsa Italiana.

L’istituto attento più che ai servizi bancari tradizionali si distingue per la sua attività nel campo del Private Banking e della consulenza individuale e aziendale

Il gruppo ha la quarta capitalizzazione minore tra tutti i titoli finanziari e pari a 88,86 milioni di euro. I dividendi sono i secondi peggiori e pari allo 0,01% con un rendimento percentuale del 3,77%

Il rendimento ad un anno, YTD, è il terzo peggiore e pari a -16,35% battuta solo da Equita e Banca Popolare di Sondrio.

Il titolo nel 2018 veniva scambiato per 0,31 cent di euro nel 2019 per 0,25 cent.

Ciò che è peggio e che fanno scendere il titolo all’ultima posizione è il coinvolgimento di Banca Finnat nello scandalo Bio on, per cui la banca ricopriva il ruolo di specialist redigendo i report.

A questo livello non ci interessa quindi molto dei dati, negativi ad ogni modo, ma la mancanza di correttezza e onestà.

Un ultimo posto meritato almeno finché, e ci auguriamo sarà così, non verrà accertato dalla Guardia di Finanza l’estraneità della Banca nello scandalo Bio on. 

Capitalizzazione di mercato: 88,6 M YTD: -16,35%
Dividendo: 0,01 %Rendimenti da dividendo: 3,87%

Nell’attesa delle ultime trimestrali e della conclusione dell’anno al momento questi sono i 5 peggiori titoli finanziari del 2019.

Cosa ne pensate? Vi aspettavate di vedere questi titoli tra 5 i peggiori finanziari del 2019?

Fatemelo sapere nei commenti!

Alessandro Moretti

Lascia un Commento

0Commenti

    Lascia un commento